Aosta, infermiera uccide i due figli con iniezione letale e si toglie la vita

482
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
AOSTA, 17 NOVEMBRE - Una donna di 48 anni, Marisa Charrère, ha assassinato i figli di 7 e 9 an...

AOSTA, 17 NOVEMBRE - Una donna di 48 anni, Marisa Charrère, ha assassinato i figli di 7 e 9 anni e poi si è tolta la vita. È accaduto nella notte, in un'abitazione nel centro di Aymavilles, paese a pochi chilometri da Aosta. La madre, infermiera nel reparto di cardiologia dell'Ospedale Parini di Aosta, li avrebbe prima sedati e poi uccisi con un'iniezione letale di potassio, sostanza che la donna potrebbe aver sottratto dall'ospedale in cui lavorava.

Nelle prossime ore si svolgeranno gli esami tossicologici, affidati al medico legale Mirella Gherardi. I due bambini sono stati trovati senza vita nei loro letti, mentre il corpo della donna, che in base ai primi rilievi si è uccisa con una terza iniezione, è stato ritrovato allo stesso piano dell'alloggio, riverso a terra in soggiorno. A dare l’allarme il marito, Osvaldo Empereur, agente del corpo forestale della Valle d' Aosta in servizio alla caserma di Arvier.

La famiglia era molto conosciuta nella zona. “Stiamo parlando di una famiglia normale, che partecipava alla vita sociale del paese attraverso il volontariato”, spiega il vicesindaco di Aymavilles, Fedele Belley. “Lei aveva un carattere un po’ chiuso, ma nessuno poteva immaginare una cosa simile. Siamo sgomenti, senza parole. Non so come la comunità potrà riprendersi da questa tragedia”.

Claudio Canzone

Fonte foto: cronacaqui.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere