Borsa di Tokyo in calo (-2,1%), mercati spaventati dalla Grexit

29
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TOKYO, 6 LUGLIO 2015 – Come effetto dell'“Oxi” greco, l'euro si indebolisce ...

 TOKYO, 6 LUGLIO 2015 – Come effetto dell'“Oxi” greco, l'euro si indebolisce fortemente nei confronti dello yen: la Borsa di Tokyo ha chiuso con un calo del 2,08% dell'indice Nikkei (-427,67 punti) a 20.112,12 punti. Lo spread si posiziona a 165 punti dai 145 della vigilia con un rendimento al 2,36%. Lo spread Btp-Bonos si allarga a 161,5 con un tasso al 2,32%.

Già alla notizia della massiccia percentuale di “No” nel referendum greco, i mercati di Tokyo avevano reagito con un calo repentino dell'indice guida di oltre l'1,5%; l'euro ha inizialmente ceduto oltre il 2% scendendo fino a 133, con un lieve recupero successivo fino ad assestarsi su 135. Lo yen ha guadagnato anche nei confronti del dollaro, con un cambio tra 122 e 123 (dopo aver toccato anche quota 121,7). La fuoriuscita di Atene dall'Eurozona provocherebbe dei vuoti che il governo giapponese ha intenzione di monitorare con estrema attenzione; il governatore della banca centrale Haruhiko Kuroda vorrebbe garantire massicci stimoli monetari all'economia finché non sarà conseguito l'obiettivo ufficiale del 2% di inflazione. Il rischio maggiore si avverte nel “contagio” Grecia, nonostante molti analisti scongiurano il coinvolgimento giapponese in conseguenza alle sorti elleniche.

Foto: lasicilia.it

Dino Buonaiuto

InfoOggi.it Il diritto di sapere