Borsa in rialzo Milano migliore in Europa (+0,71%) bene bancari a vigilia stress test

502
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MILANO, 1 NOVEMBRE – Positiva anche se non ai massimi livelli, la chiusura in rialzo per la B...

MILANO, 1 NOVEMBRE – Positiva anche se non ai massimi livelli, la chiusura in rialzo per la Borsa di Milano migliore in europa: l'indice Ftse Mib ha chiuso la quarta seduta settimanale in aumento dello 0,71% a 19.185 punti, All Share +0,34. Il differenziale Btp-Bund a quota 297 punti base. Sul fronte monetario l'euro è in rialzo sul dollaro a 1,1386 a Londra. L'indice d'area stoxx 600 avanza dello 0,4%. Milano (+1,1%) guida i listini del Vecchio continente.

Ben intonati, (rileva AGI) grazie al ripiegamento dello spread, i titoli finanziari e bancari in particolare, alla vigilia della diffusione degli stress test dell'Eba: Unicredit +1,03%, Intesa Sanpaolo +1,68%, Ubi +1,96%, Mediobanca +0,98%, Banco Bpm +2,82%, mentre Generali ha chiuso a +0,18%.
In flessione, con il calo delle quotazioni del greggio, i titoli petroliferi con Saipem a -3,41% ed Eni a -1,78%. Tra gli altri energetici, Enel +1,04%.

Telecom Italia e Mediaset rispettivamente a +2,85 e +4,36 per cento. Tra gli industriali, infine, Fca +1,23% e Ferrari a +1,74%. 

Ottobre è stato un mese difficile per i mercati azionari, "Le preoccupazioni si sono accentuate nel mese di ottobre con una concentrazione di timori tra la disputa commerciale, il bilancio italiano e l'aumento dei tassi sui prestiti, anche se questo non si riflette nei risultati delle società", ha dichiarato alla stampa Régis Aubert, gestore azionario di Financière Arbevel. "Gli investitori vogliono tornare sul mercato e il buon orientamento di Wall Street contribuisce al movimento", ha aggiunto.

Le borse europee nonostante le incertezze politiche e macroeconomiche hanno chiuso nettamente in positivo per la sessione finale di un mese turbolento, guidato da Wall Street.

A New York, gli indici hanno continuato la loro ripresa e infatti sono spuntatinettamente in rialzo: col Dow Jones che sale dello 0,47% e il Nasdaq dello 0,3%.

"Dopo uno spaventoso mese di ottobre, concludiamo gli ultimi due giorni con un piccolo dolce", ha dichiarato Brian Battle, della 'Performance Trust Capital Partners'. “Questo rimbalzo è commisurato alle perdite che abbiamo incassato all'inizio del mese".

Gli indici sono stati aiutati dai risultati di alcune stelle di Wall Street, tra cui Facebook (+ 3,82%) e General Motors (+ 9,29%), così come l'annuncio di un gran numero di assunzioni nel settore privato negli Stati Uniti nel mese di ottobre, (secondo il sondaggio mensile di ADP).

Chiudono bene anche le borse di Francoforte (+0,5%), Madrid (+0,6%) e Parigi (+0,1%). In controtendenza Londra (-0,2%).

In rialzo il settore delle Tlc (+1%) con Telefonica (+1,4%), Orange (+1,09%) e Vodafone (+0,6%). Bene anche il settorefinanziario (+0,7%) Banco Santander (+1,3%), Barclays (+2%) e Credit Agricole (+0,6%). 

A Piazza Affari procedein stabile rialzo Stm (+2,9%). In positivo le banche con in testa Mps (+3%) e Banco Bpm (+2,2%). In rialzo anche Tim (+2,3%) e Mediaset (+2,5%). 

Luigi Palumbo

Fonte immagine: Magazine Green Planner

InfoOggi.it Il diritto di sapere