Calcio - TIM e Lega Nazionale dilettanti: al via in Abruzzo la 'Fair Play Tim Cup'

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Terza edizione per la speciale competizione promossa da Telecom Italia e LND che premia la lealt&agr...

Terza edizione per la speciale competizione promossa da Telecom Italia e LND che premia la lealtà e la correttezza dei Dilettanti. A Pescara il lancio dell'iniziativa che coinvolgerà le squadre abruzzesi. Primi club premiati il D'Annunzio Marina (Juniores), Lauretum (Allievi) e Celano (Giovanissimi).

PESCARA, 27 NOVEMBRE 2014 - Dopo il successo delle due precedenti edizioni, disputate in Puglia nella stagione sportiva 2012/2013 ed in Calabria in quella 2013/2014, TIM e Lega Nazionale Dilettanti portano in altre regioni italiane la prestigiosa “Fair Play TIM Cup”, lo speciale campionato a livello regionale che assegna punti in base alla correttezza delle squadre dentro e fuori dal campo. 

Nel quadro generale della rinnovata partnership che unisce Telecom Italia e LND anche per questa stagione sportiva, la presentazione della terza edizione - che coinvolgerà l’Abruzzo - si è svolta oggi a Pescara, presso il centro Aurum, alla presenza del vice presidente vicario LND Antonio Cosentino, del presidente del Comitato Regionale Abruzzo Daniele Ortolano e del responsabile sponsorship di Telecomitalia Cristiano Habtswallner sono state premiate le prime tre formazioni che si sono distinte nel fair play durante gli incontri del mese di ottobre, D'Annunzio Marina (Juniores), Lauretum (Allievi) e Celano(Giovanissimi). Presenti all'evento di lancio della competizione anche Sandro Morgana, vice presidente LND per l'area Sud e Massimo Ciaccolini, segretario generale della LND.

In rappresentanza delle istituzioni civili e sportive dell'Abruzzo con Antonio Di Marco, presidente della Provincia di Pescara, Giuliano Diodati, assessore allo sport del comune. Ospite d'onore l'ex campione del Mondo Massimo Oddo, testimonial di questo campionato virtuoso che proprio dall'Abruzzo, dal mondo dilettantistico, dalla Renato Curi mosse i suoi primi passi per affermarsi poi in Italia e nel mondo. Oddo oggi allena la Primavera del Pescara ed ha voluto portare un messaggio alle squadre vincitrici: “Ragazzi, dovete crederci sempre. Ero come voi quando ho iniziato a giocare, son partito dalla base e non mi sono mai scoraggiato perché nonostante tutte le difficoltà sono stato sempre leale in campo, ho rispettato i compagni di squadra e gli avversari. Potete anche non diventare grandi giocatori ma cercate di essere grandi uomini”.

Ogni mese, fino alla fine del campionato, la “Fair Play TIM Cup” assegnerà alle squadre che si sono distinte per il fair play il premio - che consiste in una muta di maglie da gioco personalizzata - nelle categorie Eccellenza, Promozione, 1^ e 2^ categoria, Juniores, Allievi e Giovanissimi.

La “Fair Play TIM Cup” in Abruzzo, come ogni anno, sarà sostenuta dai principali social network. Lega Nazionale Dilettanti grazie a TIM è infatti presente su Facebook con una pagina popolata attualmente da 200.000 fan. Un punto di riferimento per la comunità de #ilCuoredelCalcio e de #IlCalcioèDiChiLoAma, che ospita news, approfondimenti, ritratti dedicati ai nuovi talenti di tutte le categorie, storie legate agli appassionati, foto e interviste ai protagonisti.

Uno spazio dedicato al confronto genuino nel solco del miglior fair play e del rispetto reciproco, in modo che lo sport più amato dagli italiani possa essere sempre fonte di ispirazione, dialogo e confronto ma soprattutto luogo di valori positivi e condivisi. Gli stessi principi che animano l’attività della Lega Nazionale Dilettanti.

“Sono felice di salutare l'inizio di questa speciale competizione in Abruzzo – ha dichiarato Antonio Cosentino, vice presidente vicario della Lega Nazionale Dilettanti – vengo da una regione, la Calabria, che nella passata stagione ha sperimentato con successo questo progetto mirato ad esaltare i valori più autentici del calcio. Mi auguro che questo viaggio iniziato insieme a Telecom Italia possa attraversare tutte le regioni d'Italia”.

Parole alle quali si è associato Daniele Ortolano, presidente del Comitato Regionale Abruzzo: “Sono orgoglioso che l'Abruzzo abbia avuto la possibilità di ospitare questa manifestazione basata sull'etica sportiva nella sua massima espressione. Abbiamo iniziato premiando tre società che hanno fatto la storia del calcio dilettantistico della nostra regione. Lo sport, soprattutto il calcio, deve cominciare ad educare non solo con le parole ma con i gesti. Invito questi giovani atleti a diffondere in campo, nello spogliatoio e fuori dal campo la cultura di uno sport, puro, leale e solidale”.

Concetti rafforzati dall'intervento di Cristiano Habetswallner, Responsabile Sponsorship di Telecom Italia: “Crediamo fortemente nel messaggio della Fair Play TIM Cup, ormai divenuta un punto fermo circa il riconoscimento di quei valori di lealtà e correttezza che sono alla base di ogni autentica espressione dello sport. Per questo che la vogliamo portare anche in Abruzzo e ci piace l’idea che possa diffondersi in tutto il territorio nazionale. Continua così la stretta collaborazione con la Lega Nazionale Dilettanti che grande successo ha riscosso negli scorsi anni in Puglia e in Calabria, con il coinvolgimento di tante squadre e giocatori entusiasti”.


REGOLAMENTO “FAIR PLAY TIM CUP”

Per garantire la più ampia partecipazione e condivisione all’iniziativa, una squadra non può essere premiata per due volte; nel caso risultasse la più corretta una formazione già vincitrice in precedenza verrà premiata la squadra che la segue immediatamente dopo in graduatoria.

Per gravità di punizione, in caso di ex aequo in classifica tra due o più squadre, si terrà conto dei seguenti fattori discriminanti:

1) del minor coefficiente risultante nella sezione “punti società” (se la parità persiste, a seguire si terrà presente la sezione “punti dirigenti”, poi “punti tecnici” ed infine “punti calciatori”);
2) per favorire la maggiore penetrazione territoriale dell’iniziativa, in occasione della stessa premiazione, non possono ricevere il riconoscimento due squadre appartenenti alla stessa società. Nel caso di cui sopra, verrà privilegiata la squadra di categoria superiore;
3) se la parità persiste ancora risulterà vincente la squadra della società con maggiore anzianità di affiliazione alla FIGC-Lega Nazionale Dilettanti.

Tenuto conto delle finalità del progetto che si basa sulla diffusione dei valori positivi del calcio in ambito dilettantistico, non entrano in graduatoria le squadre di settore giovanile di società iscritte a campionati professionistici.

I VINCITORI DELLA CLASSIFICA DI OTTOBRE

Con il primo grande evento di Pescara, prendono il via le premiazioni della 3^ edizione della Fair Play TIM CUP che si svolgeranno in futuro presso i centri TIM dell’Abruzzo. La premiazione del 27 novembre riguarda le squadre abruzzesi che si sono distinte in fatto di correttezza e fair play nelle classifiche riferibili al mese di ottobre e che ricevono il riconoscimento della muta completa da gioco con i colori della società, personalizzata con la patch Fair Play TIM CUP.

La Fair Play TIM Cup relativa al mese di ottobre ha visto le affermazioni di:

Asd D’annunzio Marina (Juniores)
(Pescara)
Provincia: Pescara
Colori sociali: Rosso

Asd Lauretum (Allievi)
(Loreto Apruntino)
Provincia: Pescara
Colori sociali: Bianco Blu

Celano Fc (Giovanissimi)
(Celano)
Provincia: L’Aquila
Colori sociali: Blu

Fonte (F.I.G.C. )

InfoOggi.it Il diritto di sapere