Cannibali (librari) al Festival di Venezia

483
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Venezia, 4 settembre 2019 - Il Centro Studi di Psicologia dell’arte e Psicoterapie Espressive...

Venezia, 4 settembre 2019 - Il Centro Studi di Psicologia dell’arte e Psicoterapie Espressive torna a Venezia per raccontare  quest’anno gli aspetti più caratterizzanti delle opere filmiche che hanno attraversato il Lido. 

Sabato 7 settembre, alle ore 14, nello spazio della Regione Veneto e con il suo patrocinio, presso l’Hotel Excelsior, verrà presentato il volume “I cannibali. Questioni di famiglia nel cinema, nell’arte, nella letteratura” (Ed. Efesto – Roma) che, curato da Paola Dei, è stato realizzato con la collaborazione del Mibac, di Conscom, del Dipartimento di Scienze Politiche di Roma Tre e di altri organismi come Tulipani di seta nera TSN, Agiscuola, AGE, SNCCI, Anac, Centro Studi Cinematografici, Diari di Cineclub, Carte di Cinema, CINIT e Ilcittadinoonline. 

Senza la pretesa di essere esaustivi gli autori hanno inteso esplorare attraverso foreste di simboli i significati più profondi di opere rivisitate alle luce dei temi affrontati. 

Quest’anno in particolare il testo esplora le dinamiche inter e intra familiari partendo dalla prefazione di Mario Turetta (MiBAC) e la presentazione di Franco Mariotti (SNGCI) a cui fanno seguito gli interventi di Maurizio Lozzi, Valerio Caprara, Eliana Lo Castro Napoli, Paola Tassone, Leila Tavi, Paolo Micalizzi, Gerry Guida, Fernando Popoli, Maria Lombardo, Rossella Melchionna, Marina De Angelis, Giulia Sinceri, Catello Masullo, Massimo Nardin, Roberto Iacomucci, Adriana Migliorni, Maria Selene Farinelli, Maria Trattosa, Fabio Mazzieri, Francesca Santucci e Alma Daddario. 

Il volume con la copertina di Paola Crema, contiene immagini di Antonio Sodo. Durante l’evento verranno consegnati i premi assegnati per il 2019 intitolati a Gregorio Napoli, con la partecipazione della moglie Eliana Lo Castro, sia a Bruno Torri del SNCCI che a Laura delli Colli del SNGCI, oltre a una segnalazione speciale a Catello Masullo. 

A seguire l’anteprima di “Come un cane nello spazio”, versione pilota del progetto CRACKLE, ideato da Katiuscia Magliarisi e Federico Betta con la supervisione ed il coordinamento di diversi collaboratori. La prima edizione di CRACKLE verrà inoltre presentata a dicembre a Roma e contemporaneamente sul web.


InfoOggi.it Il diritto di sapere