Centrodestra, Berlusconi-Salvini-Meloni intesa per regionali

120
Scarica in PDF
ROMA, 20 SETTEMBRE - E' durato quasi quattro ore, il vertice congiunto di Palazzo Grazioli tra Silvi...

ROMA, 20 SETTEMBRE - E' durato quasi quattro ore, il vertice congiunto di Palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, per la ricomposizione del centrodestra in vista delle imminenti Regionali.

"Nel solco di un'esperienza consolidata premiata dai risultati del buongoverno in tutte le realtà che amministra, il centrodestra ribadisce e rilancia con l'incontro di oggi la sua natura di coalizione politica unita da valori comuni", sentenzia la nota sottoscritta dai tre leader.

"Il centrodestra si presenterà unito a tutte le prossime competizioni elettorali - si legge - a partire dalle elezioni regionali di Piemonte, Abruzzo, Basilicata, Sardegna con l'individuazione di un candidato condiviso, così come in tutti altri appuntamenti amministrativi". "Nell'attuale situazione politica, specie in vista della prossima legge di bilancio, deve continuare a manifestarsi sia da chi è al Governo come da chi non ne fa parte, la precisa volontà di contribuire nell'interesse dell'Italia a trasformare in atti dell'esecutivo i principali punti del programma di centrodestra votato dagli elettori", conclude il comunicato.

Secondo le indiscrezioni fornite da Libero, la decisione più importante del vertice ha riguardato la Legge di Bilancio: Berlusconi e Meloni avrebbero assicurato il via libera a Salvini dei rispettivi partiti in Parlamento ai provvedimenti proposti e sostenuti dalla Lega, mentre chiuderanno a quelli dei grillini. Ad esempio,  pare che Silvio Berlusconi si sia impegnato a votare la flat tax per le partite Iva, la pace fiscale e i decreti sicurezza e immigrazione. All-in su Macello Foa - sostenuto pervicacemente da Salvini - alla guida della Rai col sostegno degli azzurri, in cambio di uno stop ai tetti della raccolta pubblicitaria. Successo del leader del Carroccio sulla scelta della governance in provincia di Trento ed in Abruzzo. A Fratelli d'Italia, la scelta del candidato in Basilicata. 

Sebbene quindi, la Lega governi con i pentastellati col 61.7% del consenso popolare (Fonte: Gpf), il leader della Lega e Ministro dell'Interno Salvini ha rinsaldato la storica e proficua alleanza con Forza Italia e Fratelli d'Italia. All'incontro hanno inoltre partecipato Antonio Tajani per FI, Giancarlo Giorgetti per la Lega, ed Ignazio La Russa per Fdi.

Cristian D'Aiello

Fonte foto: Si24

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere