• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Centrodestra, Salvini ribadisce fedeltà a Berlusconi

Friuli Venezia Giulia

TRIESTE, 27 APRILE – In attesa della riunione della Direzione del Partito Democratico, in programma il 3 maggio prossimo, che potrebbe essere decisiva in vista di un’eventuale alleanza governativa con i 5 Stelle, Salvini ha voluto ribadire la sua fedeltà al leader forzista, insieme al quale corre in coalizione anche per le elezioni regionali friulane, dal momento che Forza Italia e Fratelli d’Italia appoggiano la candidatura del Leghista Massimiliano Fedriga. [MORE]

Proprio nel corso di una manifestazione a sostegno di quest’ultimo, Matteo Salvini è stato stuzzicato dai cronisti presenti a proposito della notizia, apparsa su alcuni quotidiani odierni, secondo cui lunedì (o comunque dopo il voto in Friuli) la Lega si sgancerà dalla coalizione, in modo tale da evitare un asse tra i Dem ed i Pentastellati. Interrogato sulla questione, il leader del Carroccio ha anzitutto risposto con una battuta: “Capisco perché i giornali vendano sempre meno” – per poi negare ogni possibilità che ciò accada. “Non vedo perché dovrei cambiare idea ogni quarto d’ora: non faccio come Renzi o Di Maio” – ha detto Salvini, evidentemente riferendosi ai tentativi di avvicinamento delle ultime ore, in seguito al fallimento del progetto che avrebbe coinvolto la coalizione di destra – “Io mi presento alle elezioni con una squadra e poi vado avanti con la stessa”.

Secondo il Segretario della Lega, peraltro, “lasciare Berlusconi non è l’unica strada per formare un Governo e pertanto non cederò a veti, controveti e capricci. Infatti, siamo noi della destra ad aver vinto le elezioni, con un programma comune; noi siamo ben disponibili a dialogare con il Movimento 5 Stelle, arrivato secondo, ma non con il PD, che è arrivato terzo”. Salvini ha inoltre dichiarato di ritenere normale che “i giornali debbano riempire le pagine con ipotesi non vere e che non ci sfiorano”, dal momento che a suo avviso “il Presidente Mattarella ha deciso di regalare agli elettori una settimana di telenovela sull’avvicinamento tra Di Maio e Renzi, dunque non so cos’altro potrebbero scrivere sui quotidiani”.

In sostanza, Matteo Salvini non ha preso bene le dichiarazioni rilasciate ieri da Di Maio e da Maurizio Martina al termine dei rispettivi incontri col Presidente della Camera Fico, anche perché chiaramente un accordo tra i due partiti lo taglierebbe fuori dalla conseguente maggioranza parlamentare che così si formerebbe. A proposito delle affermazioni del capo politico stellato sul conflitto d’interessi che coinvolgerebbe Berlusconi, Salvini ha detto che “non mi sento assolutamente minacciato in alcun modo dalle tv Mediaset; anzi, ognuno è libero di scrivere o raccontare ciò che vuole e non penso che in Italia ci siano rischi di questo tipo”. Il leader del Carroccio si è però mostrato pessimista anche riguardo una possibile alleanza politica e sui temi tra i suoi avversari elettorali: “Le percentuali che si formi un Governo PD-M5S per me sono pari a zero: si tratterebbe di un accordo contro natura e che rappresenterebbe una presa in giro nei confronti degli elettori. Ognuno fa le proprie scelte, ma se fossi un elettore pentastellato avrei problemi o proverei vergogna nell’accettare un’alleanza del genere”.

 

Francesco Gagliardi

 

Fonte immagine: ilsussidiario.net