• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Come scegliere la giusta carrozzina per disabili

Emilia Romagna > Bologna

Quando si sceglie la giusta carrozzina, partire dall’analisi di quelli che sono i migliori modelli di carrozzine per disabili è certamente il punto di conclusione più adatto per poter effettuare l’acquisto più adatto e più consapevole. Tuttavia, ancora prima di poter porre in essere questo passaggio, riteniamo che sia molto utile cercare di comprendere quali sono le tipologie di carrozzine attualmente in commercio, cercando di capire quale sia il modello che, per livello di comfort, prezzi, necessità quotidiane, preferenze e altro ancora, sia quello più adatto.

Nel far ciò, cominciamo a dare uno sguardo alle carrozzine più tradizionali, le carrozzine manuali. In questa categoria molto ampia sono compresi tutti i modelli che – come suggerisce il nome stesso di questa classe – sono utilizzabili manualmente. Detto ciò, alcuni modelli sono semoventi, mentre altri devono essere guidati necessariamente da accompagnatori. Le carrozzine più diffuse sono comunque quelle semoventi, che permettono dunque una mobilità autonoma da parte del disabile, anche se permangono in commercio diversi modelli con guida da accompagnatori, soprattutto nel caso di carrozzine da trasporto e da viaggio: per le ridotte dimensioni di questi modelli, la ruota posteriore ha delle dimensioni più contenute e, dunque, non consentono all’utente di poter raggiungere la struttura movente.

Un’altra categoria delle carrozzine per disabili è rappresentata da quella pieghevole. Le carrozzine pieghevoli sono caratterizzate da un telaio molto leggero, realizzato in alluminio, ergonomico, a forma di “S”, che può alleviare la pressione sul corpo grazie ad appositi cuscini. La caratteristica principale è comunque rappresentata dal fatto che queste carrozzine sono facilmente pieghevoli, occupando pochissimo spazio nel momento in cui vengono “chiuse”. Proprio per questo motivo sono l’ideale nel caso in cui vogliano essere utilizzate durante i viaggi e i trasporti, potendosi riporre facilmente nel cofano dell’auto.

Ulteriore categoria della quale vogliamo parlare brevemente è poi riguardante le carrozzine per disabili ultra leggere. Anche in questo caso, è facile intuire che si tratta di carrozzine con pesi di pochissimi kg, divenendo così la scelta ideale nel momento in cui si vuole acquistare una carrozzina leggera, pieghevole e molto resistente. Di fatti, nonostante si tratti di carrozzine che possono replicare le stesse caratteristiche di qualità delle carrozzine tradizionali, si tratta di carrozzine ultra light con componenti estraibili, optional regolabili, diversi elementi personalizzabili.

Una particolare categoria è poi rappresentata dalle carrozzine reclinabili, progettate per poter consentire all’utente di reclinarsi a diversi angoli, sempre in maniera sicura e confortevole. L’obiettivo di queste carrozzine è evidentemente quello di poter impedire problemi, principalmente legati al dover mantenere la stessa posizione per molto tempo. Le carrozzine reclinabili possono pertanto permettere di contenere o evitare problemi come quelli delle piaghe da decubito, consentendo all’utilizzatore della carrozzina di inclinare la propria posizione del sedile in un ambiente più confortevole.

Concludiamo infine con un rapido cenno alle altre categorie di carrozzine, a conferma del fatto che il mondo di questi dispositivi è straordinariamente vasto e personalizzabile. Possiamo dunque compiere un riferimento alle carrozzine attive, ovvero alle carrozzine sportive adatte per quegli utenti che hanno uno stile di vita più attivo, e amano praticare sport. Oppure possiamo riferirci alle carrozzine bariatriche, che sono piuttosto ampie e sono indicate per compiti particolarmente gravosi (hanno la capacità di sorreggere fino a 250 kg di peso).

Rileviamo poi la possibilità di poter acquistare carrozzine pediatriche, che si rivolgono a genitori e caregiver che devono prendersi cura di piccoli pazienzi, e carrozzine verticalizzate, dotati di motore elettriche e in grado di garantire posizioni multiple al disabile, da modalità in piedi ad angolazioni intermedie, tutto grazie a un semplice dispositivo di regolazione, facilmente manovrabile.