Conte: "Balotelli? Due buone partite non bastano per la Nazionale"

10
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
FIRENZE, 6 OTTOBRE 2015 - "Anche se non fosse stato infortunato Balotelli non l'avrei convocato...

FIRENZE, 6 OTTOBRE 2015 - "Anche se non fosse stato infortunato Balotelli non l'avrei convocato, per tornare in nazionale non bastano due partite o un gol su punizione, c'è un percorso preciso da seguire fatto di continuità di gare, di prestazioni e di atteggiamento''. Il ct azzurro Antonio Conte parla così dell'attaccante del Milan fuori contro il Napoli per infortunio e anche per questo (ma non solo) indisponibile per un'eventuale chiamata da parte del ct azzurro nella conferenza stampa a Coverciano all'inizio del ritiro degli azzurri, in vista del doppio impegno di qualificazione agli Europei contro Azerbaigian e Norvegia. 

"Penso che Mario stia lavorando bene. O almeno, parlando con Sinisa (Mihajlovic, ndr) sembra che abbia voglia di fare le cose per bene. Quello che io chiedo a lui -spiega Conte- è la dimostrazione di meritare la Nazionale. Non significa solo segnare un gol, ma dare continuità in tutto quello che si fa, negli atteggiamenti e nella voglia. Siccome ha da poco iniziato di nuovo a giocare non sarebbe venuto lo stesso in nazionale", ha concluso il ct, spiegando che il suo “è un messaggio diretto a tutti, non solo a Mario”.

Intanto Conte aspetta Giuseppe Rossi: "Lo stiamo seguendo nel suo recupero con grande affetto e lui lo sa, Sousa lo sta gestendo benissimo, ci auguriamo possa continuare a migliorare, sappiamo quanta voglia ha Rossi di tornare qui da noi e lo aspettiamo.

Ieri gli azzurri si sono allenati a Coverciano per preparare la prossima sfida contro l'Azerbaijan, in programma sabato prossimo a Baku, e valida per le qualificazioni ad 'Euro 2016'. L'attaccante del Sassuolo Domenico Berardi è stato costretto a lasciare il ritiro per il problema accusato ieri durante il riscaldamento nella gara con l'Empoli, mentre Davide Santon ha svolto un allenamento differenziato a causa di un affaticamento accusato domenica nel corso di Sampdoria-Inter.

Poi in conferenza Conte è intervenuto anche sul doppio impegno alle porte e chiede all'Italia un ultimo sforzo per chiudere il discorso qualificazione: "Azerbaigian e Norvegia sono due partite fondamentali per noi. Non dimentichiamo che il pass per la Francia non lo abbiamo e che quindi passa da queste due partite. Abbiamo due match ball e dobbiamo cercare di non aspettare il secondo. Cerchiamo di concentrarci bene sull'Azerbaigian, che ha dimostrato nell'ultimo periodo di essere una buona squadra. Viene da quattro risultati utili da quando c'è il nuovo ct, pareggiando con Norvegia e Croazia che sono nostre antagoniste. Questo ci deve far capire che non sarà per niente una passeggiata", avverte il tecnico.

 

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere