Decontribuzioni Jobs Act, Poletti: "Puniremo i furbetti"

31
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA - Relativamente all'abuso degli sgravi ottenibili con le decontribuzioni del Jobs Act, il minis...

ROMA - Relativamente all'abuso degli sgravi ottenibili con le decontribuzioni del Jobs Act, il ministro Giuliano Poletti ha dichiarato: «Puniremo i furbetti: quelle aziende non possono incassare 600 milioni di sgravi», parlando delle imprese che, secondo quanto sarebbe emerso da delle verifiche dell' Inps, avrebbero approfittato della cosiddetta decontribuzione, senza averne diritto, assumendo, grazie ad essa, 100 mila lavoratori.

Il ministro prosegue: «In Italia accade molto spesso che su una legge ci sia qualcuno che fa il furbo, il Ministero del Lavoro aveva spiegato che ci sono cose che non si possono fare. Noi vogliamo bene alle imprese, ma a quelle buone che rispettano le regole, poi si fanno i controlli e chi ha sbagliato viene duramente colpito».

Nonostante l'accaduto, Poletti riterrebbe ugualmente efficace il provvedimento di incentivazione: «Sono stati creati 400mila posti stabili ed è un grandissimo risultato». Riferendosi poi al da farsi prosegue: «Il provvedimento per correggere l'uso distorto dei voucher andrà in Consiglio dei ministri entro dieci giorni».

Intanto sarebbe giunta una critica dal segretario della Cgil Susanna Camusso: «Evidentemente la legge non è stata fatta bene, c'è qualcosa che non funziona. È stata una truffa? Non so come potrei dire». Camusso ha anche sottolineato che «Come sui voucher metteranno qualche cerotto senza affrontare la questione generale che si tratta di misure sbagliate, sono mesi che discutiamo e se viene fuori che in 100mila non hanno i requisiti, proverei a interrogarmi su come è stata fatta la norma. Credo che farebbe bene a tutti».

(Foto da wallstreetitalia.com)

Riccardo Rusconi

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere