• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Drawing Masters, PerugiaComics, Corto, Conan... e "San Francesco Superstar"

Umbria

PERUGIA, 9 MAGGIO 2014 - Allestita presso Palazzo della Penna – Centro di Cultura Contemporanea dal 20 aprile al 2 giugno 2014, la mostra Drawing Masters. Grandi disegnatori in mostra a Perugia vuole celebrare il talento di grandi interpreti del segno grafico le cui opere (copertine di libri, fumetti, manifesti, cartoline) ci hanno accompagnato durante un secolo, trasmettendo emozioni, suggestioni, sogni. L’esposizione, curata dalla Biblioteca delle Nuvole - Biblioteca comunale dei fumetti di Perugia, è promossa dalla Regione Umbria, dalla Provincia di Perugia e dal Comune di Perugia.

In mostra le opere di personalità illustri: dal maestro assoluto Ferenc Pintér, per decenni copertinista di Mondadori, all'inconfondibile Sergio Toppi, colui che ha trasformato il fumetto in poesia visiva; dall'eclettico Corrado Mastantuono, disegnatore di Tex e di Topolino al mago del fumetto di fantascienza Roberto De Angelis; dal pittore prestato all'editoria Alessandro Biffignandi all'elegante illustratore dei primi del '900 Nicouline. Sarà possibile inoltre visitare esposizioni dedicate a personaggi dell'immaginario e della storia (Conan il barbaro, San Francesco d'Assisi, Blek Macigno), una mostra del fotografo tedesco Michael Busse ispirata a Corto Maltese e un ricordo a Marco Vergoni, disegnatore e umorista perugino recentemente scomparso e a cui è dedicata l'intera manifestazione.

All'esposizione è connessa la mostra mercato del fumetto nuovo, d’antiquariato e da collezione PerugiaComics del 17 e 18 maggio (Centro Espositivo Rocca Paolina), nel corso della quale saranno organizzati incontri con gli artisti, presenti in mostra, Biffignandi, De Angelis, Mastantuono e Brando; la presentazione del nuovo libro di Giulio Chierchini (decano dei disegnatori Disney italiani) condotta da Luca Boschi; la presentazione del volume Graphic Novel: il fumetto spiegato a mio padre di Nicola Andreani; la presentazione del nuovo romanzo grafico dedicato alla vita di Nicola Pisano, l’artista che ha progettato e realizzato la nostra Fontana Maggiore, della casa editrice Kleiner Flug.

Numerosi anche gli eventi collaterali alla mostra: tre serate dedicate al cinema di animazione a cura dell’associazione Skunk (organizzatrice del Rabbit Festival); tre appuntamenti, che si terranno presso il Museo dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”, incentrati sul personaggio di Diabolik; un incontro, organizzato in collaborazione con l’editrice StarComics, con Kaori Kitamoto, redattrice della casa giapponese Kodansha, per parlare di Cesare. Il creatore che ha distrutto, manga dedicato a Cesare Borgia; la presentazione del Pinocchio in dialetto perugino a cura dell’Accademia del Donca; la presentazione del libro di racconti sui pirati scritti da sette autori perugini ed illustrato da Sergio Toppi (PlaySeven edition).

IL GRANDE BLEK COMPIE SESSANT’ANNI
UN MITO DEL FUMETTO ITALIANO RACCONTATO DALLE COPERTINE
DI CORRADO MASTANTUONO

Noto al pubblico anche con il nome di Blek Macigno, insieme a Capitan Miki e Kinowa è un personaggio del fumetto italiano di grande successo del gruppo EsseGesse, formato dai tre sceneggiatori e disegnatori piemontesi Giovanni Sinchetto, Dario Guzzon e Pietro Sartoris. La prima pubblicazione del fumetto nel tipico formato a striscia e denominata "Collana Freccia" risale al 3 ottobre del 1954 ad opera dell'Editoriale Dardo, di proprietà della famiglia Casarotti. Blek combatte il colonialismo delle giubbe rosse inglesi alla testa dei suoi fedeli compagni cacciatori di pellicce (trappers) del Nord America. Al fianco dell'eroe lottano i suoi migliori amici: il giovane Roddy Lassiter ed il professor Occultis. Le ultime ristampe delle avventure del nostro eroe sono state arricchite da bellissime copertine di Corrado Mastantuono.

CORTO, WHERE ARE YOU? MOSTRA FOTOGRAFICA DI MICHAEL BUSSE
“A Venezia ho seguito una donna attraente, scesa da una nave da crociera per cercare Corto, il bel marinaio, eroe dei suoi fumetti preferiti. Vuole assolutamente conoscerlo. Nella sua ricerca scopre la città in cui vive, le cose strane della laguna, come gli animali parlanti che la mettono sulla pista del suo idolo. Lontano dalla autostrada turistica, le mostrano i segreti della vera Venezia, al crepuscolo quando le ombre si allungano e la foschia avvolge palazzi e canali. É l'ora di fantasticare su una notte d'amore sognata e forse sull'inizio di una nuova storia”. È questo l’incipit dell’avventura del fotografo tedesco che ci guida in una singolare riscoperta di Venezia. Michael Busse vive e lavora a Berlino e a Nizza. Dopo una formazione da fotografo scopre molto presto il cinema. Diventa cameraman e realizzatore, partecipa a Festival nazionali e internazionali. Il suo lavoro ha ottenuto molti premi, nella madrepatria tedesca e all'estero.[MORE]

CONAN, BLOOD AND STEEL
“Fantasie avventurose che si svolgono in mondi immaginari preistorici o medievali, quando (è divertente immaginarlo) tutti gli uomini erano forti, tutte le donne belle, tutti i problemi semplici e la vita tutta un'avventura”. Così lo scrittore Lyon Sprague de Camp definisce il genere “heroic fantasy”, di cui Conan il barbaro, personaggio creato oltre ottant’anni fa da Robert Ervin Howard, è certamente il più grande esponente. Impersonato sul grande schermo da Arnold Schwarzenegger nel 1982, poi da Jason Momoa nel 2011, ha ispirato decine di artisti del fumetto e dell’illustrazione. “Blood and steel” è una raccolta di omaggi grafici, per la maggior parte commissionati per l’occasione, che vuole commemorare uno dei più affascinanti eroi della letteratura di genere, del cinema, del fumetto. La cartella con 10 serigrafie in tiratura limitata è stata edita da PlaySeven edition in collaborazione con la Biblioteca delle Nuvole di Perugia.

CROM, IL SEGRETO DELL’ACCIAIO (di Marco Cannavò e Sudario Brando)
Marco Cannavò, dopo aver organizzato con successo quattro edizioni di Orvieto Comics, in occasione delle quali ha ospitato artisti del calibro di Paolo Eleuteri Serpieri e Sergio Toppi, si trasferisce a Perugia nel 2013 per realizzare la prima edizione di Perugia Comics, in collaborazione con la Biblioteca delle Nuvole. Editore, con il marchio PlaySeven edition ha dato alle stampe un volume a fumetti dedicato ad Akim, un personaggio italiano di ispirazione tanzaniana del primo dopoguerra, e una pubblicazione che raccoglie la riduzione americana a fumetti de “Il pianeta delle scimmie”. In occasione di Lucca Comics 2013 e nella ricorrenza dell’ottantesimo compleanno del personaggio, ha prodotto un portfolio di dieci serigrafie dal titolo “Conan: blood and steel”. Recentemente ha scritto i testi di "Crom il segreto dell'Acciaio".

Sudario Brando, nato in Israele, alla fine degli anni 70 si trasferisce in Italia, dove grazie alle pubblicazioni della "Corno" si è appassionato al fumetto. Autore attivo dal 2001, ha pubblicato in rete i suoi primi lavori: "Codice Horror", parodia in chiave surreale della rivista Creepy e "L'inconfondibile Tigre", poliziesco ambientato in Malesia. Nel 2003 ha vinto il concorso Falcomics con la storia "Io c'ero", scritta da Claudio Ferracci. Ha esordito su carta disegnando una copertina per la rivista "Fumo di China" e alcuni fumetti sulle riviste "Overview" e "Bruxelles". Ha realizzato un'illustrazione di Conan il Barbaro per il portfolio “Blood and Steel”. Membro fondatore della "Biblioteca delle Nuvole", ha collaborato all'organizzazione di manifestazioni dedicate al fumetto in Umbria (UmbriaFumetto dal 93 al 2000 e PerugiaComics nel 2013). Dal 2012 è attivo il suo blog (http://sudariobrando.blogspot.it/). Recentemente ha disegnato su testi di Marco Cannavò "Crom il segreto dell'Acciaio". Attualmente sta lavorando a un fumetto erotico.


SAN FRANCESCO SUPERSTAR

Una mostra collettiva a tema, di 27 tavole, dedicata al patrono d’Italia, alla quale sono stati chiamati a partecipare disegnatori di fumetti, illustratori, vignettisti, grafici dell’Umbria. La sorprendente dimostrazione del potere del disegno che, quando rappresenta un soggetto cento volte, è cento volte uguale e cento volte diverso.

(notizia segnalata da Ufficio Stampa Sistema Museo)