Europee, bocciato alla Camera emendamento per collegio unico. Sardegna e Sicilia restano accoppiate

42
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 9 APRILE 2014 – In occasione delle Europee del prossimo 25 maggio non sarà fa...

CAGLIARI, 9 APRILE 2014 – In occasione delle Europee del prossimo 25 maggio non sarà facile per chi vota in Sardegna eleggere i propri candidati nel parlamento europeo poiché, ancora una volta, non ci sarà un collegio unico, ma l’Isola sarà accoppiata alla Sicilia. Quest’ultima, avendo quasi il triplo degli abitanti rispetto alla Sardegna, può contare su un bacino di voti decisamente più alto; dunque, per ragioni demografiche, i sardi hanno minori possibilità di riuscire ad avere i propri rappresentanti nell’assemblea europea.

I deputati della Camera hanno votato a scrutinio segreto l’emendamento proposto dal Movimento Cinque Stelle per il collegio unico, proposta che è stata bocciata con 141 sì e 276 no. I partiti puntano l’indice verso il Pd, che non avrebbe votato a favore del provvedimento. Già ieri, nel corso della prima votazione, Salvatore Cicu di Forza Italia aveva accusato i colleghi del Partito Democratico “di aver negato alla Sardegna il diritto a una circoscrizione unica”. Sulla stessa linea d’onda anche Pierpaolo Vargiu dei Riformatori, Michele Piras di Sel e Giulia De Vita del M5S. Il Pd risponde con Romina Mura, la quale afferma che “il partito ha votato convintamente a favore del collegio unico. Non abbiamo bisogno di lanciare false accuse come fanno gli esponenti di altri partiti”.

(Foto da: lastefani.it)

Vanna Chessa

InfoOggi.it Il diritto di sapere