Giornata della Memoria 2015, gli eventi in Sicilia per non dimenticare

80
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PALERMO, 27 GENNAIO 2015 - Si celebra oggi il settantesimo anniversario della liberazione dei p...

PALERMO, 27 GENNAIO 2015 - Si celebra oggi il settantesimo anniversario della liberazione dei prigionieri di Auschwitz sopravvissuti allo sterminio del campo nazista. Il 27 gennaio del 1945, infatti, le truppe liberatrici abbatterono i cancelli del campo di concentramento Auschwitz-Birkenau, e questa data è stata scelta dalla Repubblica italiana, con una legge del 20 luglio 2000, come quella in cui si celebra il “Giorno della memoria”, ed è divenuta la data simbolo del ricordo della Shoah.

Anche quest’anno sono moltissimi gli eventi che in Sicilia, come in altre regioni italiane, ricorderanno lo sterminio del popolo ebraico. Di seguito ne riportiamo alcuni tra i più significativi.

Palermo: in piazza Ruggero Settimo, al Teatro Politeama Garibaldi, si svolgerà un concerto proposto dal Trio Siciliano con un lungo Adagio di Marco Betta intitolato Lande. A seguire, dopo l Secondo Trio di Brahms, il Trio in mi minore op. 67 di Shostakovich, in cui emerge la memoria delle vittime della Shoah.

 Nella seconda parte del concerto, in apertura, il cantore Giuseppe Lo Cicero reciterà la preghiera “Uv'tzeil k'nofecho”, "All'ombra delle tue ali", composta nel ghetto di Theresienstadt proprio da due deportati.

Ancora a Palermo domani alle 16:30, presso la biblioteca scolastico-territoriale "Dolci", di via Valdemone 7, si svolgerà un pomeriggio di letture.

Al Circolo artistico di Palermo, inoltre, mercoledì 28 gennaio dalle ore 19.00, l’olocausto verrà ricordato con una preghiera in musica inedita, scritta ed eseguita al piano da Mauro Visconti, maestro e docente al conservatorio Vincenzo Bellini del capoluogo siciliano. Il tenore Giuseppe Di Giacinto intonerà un inedito Miserere tratto dal salmo 50 della Bibbia. Un dibattito sul Giorno della memoria si svolgerà alla presenza del vice sindaco di Palermo, Emilio Arcuri, dell’assessore alla Cultura Andrea Cusumano e di Nicola Cusumano, docente di Storia Moderna dell’università di Palermo. A seguire una lettura concerto affidata alla voce recitante di Donatella Cerlito, regista palermitana, basata sul testo “Yossl Rakover si rivolge a Dio”, scritto da Zvi Kolitz, ebreo che racconta il suo cammino per ritrovare la dimensione spirituale. Infine l’ensemble del Circolo Artistico si esibirà nei Lombardi e nel Nabucco di Verdi, per poi concludere con La vita è bella di Nicola Piovani.

Caltanissetta: a Sommatino, in provincia di Caltanissetta, il Giorno della Memoria verrà celebrato presso l’Istituto scolastico comprensivo “Nino Di Maria”. Qui le classi della scuola secondaria di primo grado e le classi quinte della scuola primaria, produrranno degli elaborati sul tema della Shoah. I migliori tra questi saranno premiati dall’amministrazione comunale di Sommatino o Delia, con una pergamena ricordo. Alle 13.00, inoltre, al suono della campanella, sarà osservato un minuto di silenzio.

Catania: nel capoluogo etneo mercoledì 28 gennaio, alle ore 17.00, presso l’Aula magna del Palazzo Centrale dell’Università di Catania si svolgerà il Premio “Giorno della Memoria”. Dopo i saluti del Rettore Giacomo Pignataro, e del Presidente E.R.S.U. Alessandro Cappellani, sarà l’arch. Fulvia Caffo, Soprintendente ai BB.CC. di Catania, a soffermarsi sull’arte pittorica del maestro Salvatore Incorpora, mentre a parlare della tragedia vissuta dagli ebrei nel campo di sterminio sarà la scrittrice Simonetta Agnello Hornby. Infine la Giuria, presieduta da Sarah Zappulla Muscarà, renderà noti i nomi dei vincitori del Premio per il miglior elaborato e il miglior cortometraggio realizzati dagli studenti dell’Università di Catania.

Messina: nella città dello Stretto domani, alle ore 9.30, si svolgerà, nell’Auditorium del Palacultura, un evento commemorativo dei martiri del nazifascismo. Interverranno alla cerimonia il sindaco, Renato Accorinti, gli assessori alla pubblica istruzione, Patrizia Panarello, e alla cultura, Tonino Perna, Giuseppe Restifo, Nino Principato, il presidente dell’Arci Gay, Rosario Duca, e rappresentanti del gruppo Rooms; invitati a prendere parte alla commemorazione anche i cittadini e le scuole di ogni ordine e grado.

Ancora a Messina, nel Salone di rappresentanza della Prefettura, si svolgerà, poi, una cerimonia commemorativa organizzata con il contributo di alcune scolaresche sensibilizzate dal locale Ufficio Scolastico Territoriale. Il Prefetto della Provincia di Messina, dott. Stefano Trotta, consegnerà una medaglia d'onore ad un militare reduce, residente nella provincia, internato in un campo di lavoro forzato. Gli studenti delle scuole presenteranno alcuni lavori ispirati al tema della Shoah. Nell'ambito della cerimonia vi sarà anche una conferenza del Prof. Giuseppe Ramires, docente dell'I.I.S. Ainis di Messina.

A Tusa, in provincia di Messina, si svolgerà una manifestazione pubblica, in ricordo delle vittime dello sterminio, promossa ed organizzata dalla Consulta cittadina, presieduta da Domenico Sammataro, su iniziativa del consigliere (area istruzione) Rosalia Lidestri. La manifestazione avrà luogo domani alle ore 10.00, presso i locali della Scuola primaria e protagonisti saranno gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Tusa ed il Laboratorio teatrale tusano (L.T.T.).
A Gaggi, Taormina, domani si terrà un incontro con Lia Levi, scrittrice che riuscì a salvarsi dalle deportazioni.

Agrigento: ancora domani, alle ore 9.15, nell'aula magna del liceo classico "Empedocle", di Agrigento, gli studenti delle classi I A, I B, I D, l Ee I G parteciperanno alla celebrazione del "Giomo della Memoria". L'incontro sara presieduto dal dirigente scolastico, Anna Maria Sermenghi. Dalle 9.30 verranno presentate alcune relazioni, ed alle 11.00 si svolgerà un dibattito con gli alunni coordinato da Giuseppe Burgio. Al termine un concerto di musica ebraica diretto di Giuseppe Porretta.

Siracusa: anche la città di Siracusa ricorderà domani le vittime dello sterminio con lo spettacolo “Io sono il mio numero” che si svolgerà presso il cinema Vasquez. L’incontro riguarda gli istituti scolastici superiori e si terrà dalle ore 9.00 alle ore 11.00. Alle ore 9:30, inoltre, presso Palazzo Vermexio si terrà una conferenza sulla Shoah, cui prenderà parte anche il prefetto Gradone, il sindaco e il professore universitario Burgio che concluderà l’incontro con delle riflessioni.

(Foto dal sito travelin.pl)

Katia Portovenero

InfoOggi.it Il diritto di sapere