• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Gp di ginnastica, a Lignano mille in pedana

Friuli Venezia Giulia

Riceviamo e pubblichiamo

Da domani a domenica sognando i podi di artistica e ritmica
 

In totale saranno un migliaio gli atleti che da domani fino a domenica 6 giugno, presso il Villaggio Sportivo del Palagetur di Lignano Sabbiadoro (UD) gareggeranno nell’8° Gran premio nazionale di ginnastica artistica e nel 5° Gp di ginnastica ritmica.
 

Sono infatti 617 i ginnasti che aspirano allo scudetto bluarancio del Centro sportivo italiano nella ginnastica artistica. Rappresentano 35 società affiliate al Csi, espressione di 16 comitati di 8 regioni d’Italia. Di loro, 347 vengono dal nord, 204 dal centro, 34 dal sud, 32 dalle isole. [MORE]

Il Lazio guida la classifica delle regioni con il maggior numero di partecipazioni (con 259 atleti), seguita dalla Lombardia (221) e dall’Emilia Romagna (199). Sarà Graziano Branchetti dell’Asd Gymnastx di Reggio Emilia, classe 1962, l’atleta in gara con più primavere alle spalle. Un autentico esempio di esperienza e fedeltà sportiva per il più giovane in gara, Leonardo Iacovitti dell’Asd Jupiter Sport di Viterbo, che compirà 5 anni il prossimo novembre. Da Venerdì pomeriggio a sabato si esibiranno le ginnaste nelle prove individuali (corpo libero, trave, volteggio e minitrampolino). I ginnasti scenderanno in pedana domenica, in contemporanea con le prove a squadre delle ragazze. Sarà stilata una classifica assoluta e per singolo attrezzo (specialità).

Alle finaliste dell’artistica, si aggiungono le 304 atlete che saranno impegnati nelle specialità della ginnastica ritmica. Provengono da 11 comitati provinciali (di 6 regioni) e vestono i colori di 24 società. Il centro Italia, con 135 presenze, detiene il primato del maggior numero di partecipanti in gara. Vengono dal nord 77 atleti, dal sud 65, dalle isole 25. Nello specifico, è la Campania a guidare la classifica delle regioni con il maggior numero di atleti in gara (153), seguita dal Lazio (136) e dall’Emilia Romagna (79). Tenerissima l’età dei partecipanti. La più “anziana” ha solo 23 anni: si chiama Melissa Coldelli e viene dal Pgs Welcome di Bologna. Non ha ancora sei anni compiuti Luisa Cristiana Caroni, proveniente dal Gymnasium Monte Mario di Roma. Cinque gli attrezzi in programma (fune, palla, nastro, cerchio, clavette). Ciascuna individualista si esibirà due volte, con due fra questi attrezzi ( a seconda della categoria), la prima prova al sabato mattina, la seconda alla domenica mattina. Nel pomeriggio di sabato spazio invece alle gare di coppia e a squadre. Anche qui classifiche per attrezzo e assoluta. Saranno tredici i membri della giuria Csi ad incoronare, con le loro valutazioni, le campionesse nazionali della ritmica.