• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Il dramma della gelosia

Lazio

 ROMA, 13 GENNAIO 2015  - Sono particolarmente emozionato, perché oggi ho ricevuto la prima email di una lettrice della rubrica. 

"Ciao Aaron,
sono Rossella e ti scrivo da Pavia. Prima di tutto volevo fare i complimenti a te e ad Infooggi per il progetto editoriale molto originale, garbato e che permette a noi proprietari di cani, di leggere le avventure e le vicende di questo Bassotto giornalista. I tuoi racconti mi divertono tanto, mi sembra tutto così reale che un cane possa parlare e descrivere in modo molto semplice, ma diretto, quello che vive in prima persona insieme al suo papà umano. 
Io sono la <<mamma>> di Paride, un Beagle di 4 anni e da una settimana, è arrivato in casa Pepito, un cucciolo di Bassotto nano. Lo abbiamo ricevuto in regalo da una zia di mio marito che sa quanto amore proviamo per gli animali, dato che oltre a Paride, abbiamo in casa anche 2 gatte siamesi. 
Volevo chiederti un consiglio, poiché da quando c'è Pepito con noi, Paride sta mostrando segni di gelosia e il tuo punto di vista potrebbe essermi utile. 
Si stanno verificando strani episodi e comportamenti da parte del primogenito canino, ovvero, ha iniziato a fare la pipì sul
divano, ha masticato diversi indumenti e ieri non ha toccato cibo per diverse ore. Pepito ha soltanto 3 mesi e noi la sera, non riusciamo a lasciarlo nella sua cuccia, perché si dispera e lo portiamo a letto con noi. Durante la giornata, invece, si stanca facilmente e per farlo riposare, capita che venga preso in braccio e coccolato. Potrebbe essere questo il motivo del comportamento di Paride?
Ti ringrazio e aspetto di leggere la tua risposta,
Rossella". 

[MORE]

Conosco bene il dramma della gelosia, in quanto l'ho vissuto sulla mia pelle e sul mio pelo per ben due volte, prima con l'arrivo di NaLi e da pochi mesi con Tara. 
Quando un nuovo cane entra in famiglia, si tende sempre a cercare di farlo ambientare e a dimostrargli che riceverà tanto amore e protezione, ma si possono compiere degli errori nei confronti di chi c'era prima di lui. 
Se in casa vi sono dei divieti, come ad esempio, non permettere che il cane stia in braccio o nel letto o sul divano, perché alla new entry dovrebbe essere concesso? Le regole valgono per tutti allo stesso modo e soprattutto nel nostro mondo esistono delle gerarchie che vanno rispettate. Al cane più anziano va dedicato molto del vostro tempo, concedetegli il primo periodo, molte più attenzioni, più passeggiate, cercando però di farlo interagire con il piccolo, ma tutto in maniera graduale. Anche nel somministrare la pappa, ognuno deve avere la propria ciotola ed insegnate sin da subito, anche con l'aiuto di esperti educatori cinofili, le regole di educazione base ed obbedienza al nuovo arrivato. 


Ricordatevi che il vostro primo amore non dovrà mai sentirsi in disparte o in secondo piano, ma dovrà capire, attraverso i vostri comportamenti, che forse ora lo state amando più di prima e che il cucciolo non è un nemico, ma diventerà un compagno di giochi e di vita comune. Riguardo a Pepito e Paride, consiglio a Rossella di evitare trattamenti diseguali, se Paride resta a cuccia, anche Pepito dovrà restarci, altrimenti alimenterai la gelosia tra loro. Cerca di giocare di più con Paride e di creare dei vostri momenti di intimità, per poi pian piano coinvolgere anche il nanetto Bassotto. 

Aaron