La vespa Venice di Luca Moretto in mostra al Museo Civico Forte Marghera fino alla fine di ottobre

611
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
[Riceviamo e pubblichiamo] VENEZIA, 24 LUGLIO - Non poteva mancare la Vespa Venice, l'opera pi&ugra...

[Riceviamo e pubblichiamo]

VENEZIA, 24 LUGLIO - Non poteva mancare la Vespa Venice, l'opera più famosa dell’artista veneto Luca Moretto, per onorare la presenza della Vespa alla mostra "MOTOCICLETTA. L’ARCHITETTURA DELLA VELOCITÀ", al Forte Marghera (spazio espositivo della Fondazione Musei Civici di Venezia) fino al 28 ottobre.
Giunta direttamente dal Museo Piaggio di Pontedera, la Vespa Venice sarà tra le motociclette esposte a partire da venerdì 9 giugno. L’intento dei curatori, Marco Riccardi e Gabriella Belli, è stato quello avvicinare il pubblico all’arte contemporanea valorizzando uno dei simboli più curiosi e attraenti del design del XX secolo: la motocicletta.

Vespa Venice è stata realizzata su un modello Vespa N del 1967 che l’artista di Jesolo ha dipinto a mano con una tecnica acrilica ad “effetto rilievo”, una costante di tutte le opere di Moretto che ama incuriosire il pubblico invogliandolo a “toccare con mano”.
Moretto ha realizzato questa “opera d’arte su ruote” spinto dalla sua passione per i motori e con la voglia di esprimere il colore del carnevale veneziano, nonostante il dolore con cui è costretto a convivere da 19 anni sia la conseguenza di un incidente in motocicletta.

La Vespa Venice di Luca Moretto è un’opera che vanta una serie di mostre ed esposizioni internazionali, tra cui il Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia curata da Vittorio Sgarbi e la Fiera internazionale della calzatura di Milano dove fu unica protagonista nello stand L.A. GEAR per una edizione del MICAM.
Da quando è arrivata al Museo Piaggio, nel luglio del 2012, Vespa Venice ha continuato a riscuotere un notevole interesse, è infatti la terza volta che lascia Pontedera per un evento di caratura internazionale. Nel 2014 partecipa a Mantova all’8° Vespa Wolrd Days, nel 2016 vola assieme alle Vespe di Ugo Nespolo e Paola Navone a San Pietroburgo per la rassegna “La Vespa e il Cinema”, ed ora torna protagonista presso uno degli spazi espositivi più suggestivi della Fondazione Musei Civici di Venezia.

“Onorato di partecipare a questo ultimo progetto, sorrido divertito… Nel 2012 ebbi la sensazione che la Vespa Venice al Museo Piaggio giunse finalmente a casa laddove è nata, oggi invece (anche se per pochi mesi) torna a Venezia dove ha preso vita la sua essenza artistica…”

Il desiderio di Moretto è quello di avviare il progetto Vespa Venice 946 anche grazie al successo della attuale Vespa Venice.

“Un progetto impegnativo che si differenzierà dall’opera esposta qui a Mestre, per il quale sono alla ricerca di sponsor. La versione 946 racconterà un viaggio… quello della mia vita … Dal nero del buio dei periodi difficili, per correre verso il futuro con una esplosione di colori”.

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere