• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Legge elettorale, Di Maio: "Mattarella valuti la costituzionalità"

Sicilia

PALERMO, 17 OTTOBRE – E’ Luigi Di Maio, direttamente dal mercato Ballarò di Palermo dove era in visita con il candidato del MoVimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri, a lanciare l’ultimo (in ordine cronologico) attacco al Rosatellu bis dei pentastellati: “è una legge vergognosa non solo per come è stata scritta, ma anche per il metodo” ha dichiarato il vicepresidente della Camera.[MORE]

Per Di Maio si tratta di “un’ operazione contro il M5S, condotta calpestando tutte le tutele costituzionali previste per le opposizioni e con la complicità di alcune di queste”. “La legge” ha poi proseguito il portavoce del MoVimento, “favorisce le ammucchiate, che invece andrebbero penalizzate. Così invece si penalizzano solo i 5 stelle”.

Il vicepresidente della Camera ha inoltre ricordato che nei prossimi giorni “ci saranno altre iniziative contro quanto sta accadendo”, riferendosi in particolare alla richiesta al Presidente della Repubblica Mattarella di “valutare la costituzionalità di questa legge, perché un voto all’ammucchiata vale più di un voto al M5S e questo è incostituzionale”.

Di Maio ha infine definito “pericolosissimo per la democrazia” il testo del Rosatellum bis, evidenziando come l’algoritmo alla base del suo funzionamento “ricordi quello della buona scuola”. E a chi gli chiedeva come intenda fermare l’approvazione della legge, il leader pentastellato ha risposto “faremo di tutto, vedrete”.

Paolo Fernandes

Foto: termometropolitico.it