M5S a Palermo. Grillo: "Capo di gioverno? Lo farò se necessario"

33
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PALERMO, 24 Settembre - Un sabato di riassestamento per il Movimento 5 Stelle, che, dopo tutta la bu...

PALERMO, 24 Settembre - Un sabato di riassestamento per il Movimento 5 Stelle, che, dopo tutta la bufera che lo ha investito nei mesi passati, cerca di serrare i ranghi e riabbracciare la propria base. Grillo, il direttorio, ma anche e soprattutto Davide Casaleggio. Figlio del fondatore Gianroberto, Davide è alla prima grande apparizione pubblica con il Movimento. Ma la scena è subito di Grillo, che mette in chiaro la sua disponibilità in caso di vittoria.

"Se devo fare il capo politico lo farò. Io ci sono a tempo pieno. Voglio vincere le elezioni e dimostrare che possiamo governare Torino, Roma, Livorno...anche con gli sbagli che abbiamo fatto. E ci serve questa storia". Netto l'approccio di Beppe Grillo. Il co-fondatore e padre spirituale del Movimento ha chiarito la sua volontà di essere in prima linea, nel caso servisse. Grillo, da guida del Movimento quindi, non frena le ipotesi del suo coinvolgimento diretto politico, sebbene sia sempre restio fin ad ora ad ipotesi del genere.

Tutti sul palco quindi. Italia a 5 Stelle, dalle 18, proporrà i grandi oratori e i membri della struttura del 5 Stelle. Secondo Grillo "Siamo davanti alla prima fase di un grande esperimento, ci sarà una seconda fase la inaugureremo stasera". Tempo di "rivoluzioni" e di forti cambiamenti nella linea del Movimento. "Bisogna tornare a quella visione, alla visione di quello che era il Movimento, ché come vogliamo vivere tra dieci anni".

Grillo ha avuto modo di scagliare alcune frecce nei confronti della stampa: "Il Direttorio è una parola che avete inventato voi, sono 5 persone che io e Casaleggio assieme alla Rete avevamo scelto perché il Movimento stava diventando enorme". Se ci saranno promozioni dal palco? "No, né promozioni né delazioni"

Doveva essere il giorno delle donne di governo pentastellato, oggi. Chiara Appendino è già arrivata a Palermo, mentre Virginia Raggi ha dovuto rimandare la sua presenza ad Italia a 5 Stelle per motivi istituzionali. È di oggi la notizia del crollo della palazzina vicino Ponte Milvio a Roma, e il sindaco Raggi è rimasta nella Capitale per poter monitorare al meglio la situazione.

Leonardo Cristiano

immagine da: palermo.repubblica.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere