Meteo: Caronte allarme sull'Italia, caldo ovunque! Afa e umidita'

43
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
L'anticiclone africano Caronte si pone a presidio sul nostro PaeseStiamo vivendo i giorni in cui l'a...

L'anticiclone africano Caronte si pone a presidio sul nostro PaeseStiamo vivendo i giorni in cui l'anticiclone africano Caronte si troverà ai massimi livelli sul nostro Paese. Il caldo si fa sentire, soprattutto nelle ore centrali della giornata e l'afa, anche se non esageratamente intensa, è presente su molte città, specie al primo mattino e dopo il tramonto.

SITUAZIONE - Il Mediterraneo centrale e quindi anche l'Italia sono stati conquistati da un vasto campo di alta pressione con caratteristiche africane, Caronte. Per molti giorni l'anticiclone soggiornerà sul Belpaese portando tanto sole, caldo e afa. Subirà un temporaneo cedimento nel corso del weekend.

CONSEGUENZE - Già anticipate nel precedente paragrafo, Caronte ci traghetterà nel cuore dell'estate con sole prevalente su tutte le regioni, qualche occasionale temporale pomeridiano sui rilievi, e temperature in costante aumento. Valori sopra i 30° su gran parte delle regioni, meno caldo lungo le coste, mitigate dalle brezze, e in montagna sopra 1500 metri, dove non si supereranno i 25/26°.

ANTICIPAZIONI WEEKEND - Nel corso del fine settimana, il Nord Italia e poi anche il Centro verranno raggiunti da aria più fresca nordatlantica che innescherà temporali che diverranno via via più frequenti, dapprima sull'arco alpino e poi, a carattere sparso, anche sulla Pianura Padana e infine sugli Appennini e alcuni settori pianeggianti del Centro-Sud.

AFA - Purtroppo l'aria calda africana portata da Caronte, si caricherà di umidità attraversando il mare e questo fatto non potrà far altro che aumentare la sensazione di afa su molte città italiane, specie al mattino e nelle ore serali e notturne. Un'afa che non sarà particolarmente intense, ma capace comunque di creare un certo disagio.
Notizia segnalata da: (iLmeteo)

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere