Mostra Fotografica People &Emotions

61
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MESSINA 31 GENNAIO - La mostra fotografica è costituita da circa 40 foto che ritraggono la ge...

MESSINA 31 GENNAIO - La mostra fotografica è costituita da circa 40 foto che ritraggono la gente che si muove nelle città, Londra, Ginevra, Venezia, Copenaghen, che ama, che vive, che emoziona. Le emozioni delle foto di Antonio Giocondo sono accompagnate anche dai testi di Daniela Mangano che completano e aiutano a creare un’armonia di sensazioni e di riflessioni, per chi osserverà e leggerà quanto i due autori ci propongono. L'evento propostao é uno squarcio di quotidianità irripetibile, in cui si esalta la spontaneità e l'unicità del momento che si arricchisce di scie di pensieri. Tutto sembra fermo, immobilizzato dallo scatto, ma in realtà la percezione restituisce il movimento e il fluire della vita.

Antonio Giocondo è affascinato dalla gente. La gente lo emoziona tantissimo. 
Nelle città osserva la gente e, senza disturbare, scatta. Gli piace molto osservare la gente e scegliere l’attimo che gli piace di più. A volte anche di nascosto, con il telefonino, a volte in modo sfacciato, senza paura. Spesso gli capita di interagire con la persona che ricade all’interno del suo obiettivo. 

Scrivere per Daniela Mangano è un rito di esistenza, una prova di fluidità di vita che deve afferrare, per dare contezza dell'attimo vissuto. Scrivere l’irripetibile istantaneità del sentire e dell'essenzialità di gesti, voci o ricordi, é esigenza dovuta, quasi un patto esistenziale. Basta uno scatto, uno scatto emozionale. Un semplice attimo di sfumature di vita, una rincorsa di tempi dilatati. 

Evento: Mostra fotografica (con testi emozionali).
Autori: Antonio Giocondo (foto) Daniela Mangano (testi emozionali)
Titolo: People & Emotions
Luogo: Kalòs Studio d’Arte - Via C. Botta, 2 ang. T. Cannizzaro - Messina
Inaugurazione: Sabato 4 febbraio 2017 ore 18.30
Durata: dal 4 al 10 febbraio 2017
Descrizione della mostra:



(notizia segnalata da Antonio Giocondo)

InfoOggi.it Il diritto di sapere