• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Napoli, presentato il Dossier Statistico Immigrazione 2016

Campania

NAPOLI, 27 OTTOBRE 2016 – Questa mattina a Napoli, come in altre città d’Italia, è stato presentato il Dossier Statistico Immigrazione 2016, accoglienza, integrazione, nuova cittadinanza. L’incontro si è svolto nell'aula II del Dipartimento di Scienze Sociali in vico Monte della Pietà 1 ed è stato moderato dalla docente Giustina Orientale Caputo. Sono intervenuti: Rosa Gatti, referente IDOS per la Regione Campania, Pastora Thesi Muller, Tavola Valdese, Giovanni Laino, docente del Dipartimento di Architettura della Federico II, Khalid Saady, Presidente ANOLF Campania e Simona Talamo, Coordinamento progetto I.A.R.A., LESS Impresa Sociale Onlus. [MORE]

Il Dossier è nato 26 anni fa con lo scopo di informare la società civile su dimensione statistica e condizioni di vita degli immigrati. E’ realizzato da IDOS in partenariato con la rivista interreligiosa Confronti, con il sostegno dei fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese e in collaborazione con l’UNAR.

La discussione sul tema è stata preceduta dalla proiezione del video "Il Dossier Statistico Immigrazione 2016", a cura di Rai News 24. Il reportage riferisce che sono 5.026.153 gli stranieri residenti in Italia, mentre gli italiani residenti all’estero sono 5.202.000. La cifra degli stranieri che hanno acquisito la cittadinanza italiana nel 2015 è invece pari a 178.035. Gli stranieri che hanno trovato occupazione sono 2.359.000.

La referente IDOS per la Regione Campania, Rosa Gatti, ha spiegato come il Dossier Statistico Immigrazione rappresenti uno strumento fondamentale per comprendere le dinamiche alla base dell’immigrazione, per avere dati aggiornati ed affidabili su questo complesso fenomeno, nonché per sensibilizzare e produrre una maggior consapevolezza sul tema presso l’opinione pubblica.

La Gatti ha poi illustrato alcune cifre riguardanti il fenomeno della migrazione sia a livello mondiale che nazionale, per focalizzarsi infine sui dati riguardanti la Regione Campania. Sono 244 milioni i migranti internazionali nel mondo, di cui 3,2 milioni richiedenti asilo. Sono invece 65,3 milioni i migranti forzati, inclusi 37,5 milioni di sfollati interni.

Le cause dei flussi migratori sono molteplici, quali guerre, persecuzioni, conflitti politici interni, dissesti finanziari, disastri naturali.
Oltre un milione gli sbarchi nel Mediterraneo nel 2015/2016, dovuti per il 49% al conflitto in Siria dove la guerra ha causato almeno 250.000 morti. Nel 2015 sono stati 154mila gli sbarchi in Italia. La Germania ha accolto oltre 1 milione di richiedenti asilo, mentre nel nostro Paese le richieste sono state 84.085. Tra gennaio e agosto 2016 si sono registrati 272mila sbarchi nel Mediterraneo, di cui 106mila in Italia.

I cittadini stranieri residenti in Italia sono 5 milioni, aumentati di soli 12.000 unità nel 2015, mentre i cittadini italiani che risiedono all’estero sono 5,2 milioni, aumentati di 200.000 unità nel 2015. Idos stima che gli stranieri regolarmente presenti sono 5,5 milioni.

In termini di costi, per i salvataggi in mare, l’accoglienza e altro, l’Italia nel 2015 ha speso 3,3 miliardi di euro.

Per quanto riguarda il quadro delle presenze, il dossier registra una diminuzione degli stranieri residenti al Nord (Nord-Ovest 34,1%, Nord-Est 24,5%). Viceversa, è in aumento la cifra dei residenti stranieri nel Sud (11,3%). In generale in 54 province su 110 la presenza di stranieri in Italia è diminuita. Nel complesso sono circa 1.150.000 gli stranieri diventati cittadini italiani.

Se a livello nazionale sembrerebbe che la presenza straniera si sia stabilizzata, in Campania invece continua a crescere. L’incremento annuo regionale è stato del 6,8% a fronte dello 0,2% nazionale. Al contempo 2.428 persone di età compresa tra i 30 e i 44 anni ( il 35,6%) e 1.805 tra i 18 e i 29 anni (il 26,4%) hanno lasciato la Campania.

In virtù delle acquisizioni di cittadinanza anche in Campania si registra un leggero calo di presenze tra i marocchini e gli albanesi.

Infine, per quanto riguarda i minori stranieri in Italia nel 2015, si registra un’incidenza tra i residenti del 21,2%, sette volte superiore agli over 65 (3,3%). I nati nel corso dell’anno sono 72.096 (in lieve diminuzione). I minori sbarcati nel corso dell’anno sono 16.478. I minori non accompagnati complessivamente censiti sono 18.056, di cui il 34% irreperibili.

Foto e articolo di Antonella Sica