"Natale a 4 zampe", la città di Sora immersa nella magia dell'amore tra cani e bambini

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
SORA (FR), 16 DICEMBRE 2015 - Si è tenuto nella mattinata odierna, presso lo spazio espositiv...

SORA (FR), 16 DICEMBRE 2015 - Si è tenuto nella mattinata odierna, presso lo spazio espositivo Fiera di Sora, l'evento cinofilo "Natale a 4 zampe" organizzato dall'Associazione "Fedele al suo padrone" di Sora con la collaborazione del Gruppo Cinofilo Enci di Frosinone e della Fenalc. 

Il pubblico, costituito prevalentemente dai bambini delle scuole elementari della città di Sora, oltre ad assistere alle varie esibizioni di agility ed obbedienza, ha potuto partecipare in maniera attiva alla manifestazione. I piccoli, con l'ausilio degli addestratori cinofili e dei conduttori specializzati Enci/Fenalc sono stati invitati a collaborare con i poliziotti ed i loro cani in alcune scene nelle quali, il 4 zampe cercava un finto malvivente, arrestato e consegnato alle autorità. Rocambolesche avventure, inseguimenti perdifiato, incredibili salti effettuati dai cani preparati ed addestrati a scovare i criminali di turno (interpretati da figuranti esperti) nascosti all'interno di un'automobile o in impensabili nascondigli, hanno tenuto i piccoli spettatori incollati alla sedia.  Grandi applausi anche per il piccolo Leonardo e per il suo cane Razzo che ha attaccato la manica del figurante su richiesta del suo padroncino per poi ricevere coccole e biscotti. 

L'Alpha Dog di Latina ha contribuito con uno spettacolo ludico contenente un forte messaggio per chi punta il dito contro alcune razze di cani, etichettandole a monte come aggressive e violente. Imponenti Dobermann con la passione delle bolle di sapone e che saltavano all'interno di Hula Hop giocherellando come fanciulli, hanno meritato apprezzamenti da parte dei veri protagonisti dell'evento: i bambini. 

Emilio Citro, Presidente della Fenalc settore Cinofilia, ha poi spiegato che un cane non è soltanto un compagno di giochi, ma diviene uno strumento per migliorare la qualità della vita delle persone attraverso la Pet Therapy. Una ragazza diversamente abile ha dato prova di quanto un cane possa contribuire al benessere psicofisico di un individuo, fungendo da mediatore tra paziente e terapeuta. 

Non sono mancate sorprese e colpi di scena. Dalle fredde regioni del Nord Europa è arrivato Babbo Natale, successivamente, dalla Carica dei 101 sono giunti un cucciolo di Dalmata e la perfida Crudelia De Mon la quale, ha cercato addirittura di rubare i doni destinati agli spettatori. Fortuna che almeno nelle fiabe il bene vince sempre e dopo che i cani sono riusciti a salvare il Natale ed i regali, ogni partecipante ha potuto avere la sorpresa a lui destinata. 

"Natale a 4 zampe" non è stato soltanto un evento cinofilo che ha esaltato doti e particolari attitudini dei cani, ma ha avuto l'intento di diffondere un fine nobile e meritevole di essere elogiato. Il messaggio che si è voluto far arrivare è che i cani, se sapientemente educati ed allevati con amore e profondo rispetto, possono diventare i migliori amici dei più piccoli e li accompagneranno nel percorso della crescita. Una crescita non soltanto fisica, ma emotiva e culturale; un cane è in grado di potenziare la sensibilità che ogni essere umano dovrebbe aver cura di alimentare, per divenire una persona migliore. 

Aaron 

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere