• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Naufragio di migranti al largo della Libia. Almeno 31 morti, molti i bambini

Lazio

ZUARA,24 MAGGIO – Nuova tragedia a largo della Libia. Un barcone con a bordo 500 migranti diretti verso l’Italia si è capovolto al largo del porto libico di Zuara. Più di 200 migranti sono finiti in acqua. Il bilancio per il momento è di 31 morti, tra questi molti bambini. [MORE]

Le operazioni, per la ricerca di altri supersiti, sono coordinate dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera, che affiancherà nelle operazioni di ritrovamento dei migranti la stessa Guardia costiera libica e i marinai di altri navi che stanno operando sul posto. Trenta dei 31 corpi sono stati trasferiti a bordo della nave Fenix, uno sulla nave Fiorillo. Nella zona perseguono le ricerche. Su Twitter Chris Catambone, fondatore dell’ong maltese Moas (Migrant Offshore Aid Station), aggiunge che la maggior parte delle vittime sono bambini e ha postato una foto dei migranti caduti in mare, scattata durante le operazioni di salvataggio.

Ad oggi, grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli, si registra, in tutta l’area del Mediterraneo, un traffico intenso di imbarcazioni dirette verso l’Italia. Nel frattempo i guardiacoste libici hanno bloccato 237migranti su due barconi 12 miglia al largo di Sabratah, a ovest di Tripoli. I migranti sono stati assegnati al centro accoglienza di Al Nasr.

Il Viminale ha diffuso il bilancio aggiornato al 23 maggio degli sbarchi sulle coste italiane. Il numero dei migranti arrivati a inizio 2017 è cresciuto da 50.039 migranti contro i 34.236 giunti nello stesso periodo del 2016, con un incremento percentuale del 46,16%.

Fonte immagine: mediaset.it

Alessia Panariello