Nuova Caledonia, allarme tsunami dopo terremoto: evacuate zone costiere

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TADIN (NUOVA CALEDONIA), 5 DICEMBRE - Le autorità della Nuova Caledonia hanno ordinato l'evacu...

TADIN (NUOVA CALEDONIA), 5 DICEMBRE - Le autorità della Nuova Caledonia hanno ordinato l'evacuazione delle zone costiere dopo la formazione di onde anomale a seguito di due forti scosse di terremoto. La prima, di magnitudo 7.5, è stata registrata alle 15:18 locali (le 5:18 italiane) al largo delle coste, nel Pacifico meridionale. Secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia italiano e del servizio geologico statunitense, il sisma ha avuto il suo ipocentro a circa 15 km di profondità, con un epicentro a 168 km a est rispetto all’isola di Maré.

Dopo la prima scossa le autorità hanno immediatamente diramato un’allerta tsunami. Successivamente, il Pacific Tsunami Warning Center ha confermato che “onde alte fra 1 e 3 metri hanno colpito alcune aree costiere della Nuova Caledonia e di Vanuatu”.

Un secondo terremoto di magnitudo 6.6 ha colpito la stessa zona due ore dopo. Secondo i dati dello Us Geological Survey, il nuovo sisma alle 7:43 del mattino, ora italiana, a 192 chilometri a sud-est della città di Tadine, sulle isole di Lealtà, con epicentro a dieci chilometri di profondità.

Claudio Canzone

Fonte foto:inmeteo.net

InfoOggi.it Il diritto di sapere