"Otto, l'abisso di Castel del Monte" per "Spiagge d'Autore"

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Marina di Nardò (LE), 20-21 luglio 2011 - Cosa nasconde il sottosuolo di Castel d...

Marina di Nardò (LE),   20-21 luglio 2011 - Cosa nasconde il sottosuolo di Castel del Monte, l’enigmatico maniero di Federico II, da quasi otto secoli abbarbicato su una collina solitaria, nel cuore delle Murge?

“Spiagge d’Autore”, il festival itinerante della letteratura della Regione Puglia – ideato da Confcommercio Puglia, unitamente al Sindacato italiano balneari (SIB) e all’Associazione librai italiani (ALI) – scopre i misteri celati nel castello federiciano con Alfredo De Giovanni autore del romanzo Otto. L’abisso di Castel Del Monte” (Bastogi Editore).

Lo scrittore barlettano incontrerà il pubblico giovedì 21 luglio al lido Lu Litos di Marina di Nardò (Le) alle ore 19.
Prossimamente Francesco Carofiglio sarà protagonista di altri due incontri di “Spiagge d’Autore”: il 22 luglio, ore 18.30, alla Lega Navale di Trani con la giornalista Maria Grazia Rongo (Gazzetta del Mezzogiorno) e il 23 luglio, ore 17, al lido Sabbiadoro di Capitolo (Monopoli) con Corrado Minervini di Controradio.

GIOVEDì 21 LUGLIO
Alfredo De Giovanni
“Otto. L’abisso di Castel Del Monte” (Bastogi Editore)
Lido Lu Litos, Marina di Nardò (Le) – ore 19


Geologo, musicista, autore, Alfredo De Giovanni vive a Barletta spostandosi in tutta la Puglia per svolgere la sua missione di “cultore della Terra”. Ha composto parole e musica di numerosi brani di musica leggera, è autore di brevi racconti ed ha pubblicato contributi per libri fotografici editi da Mario Adda e Castelvecchi. “Otto – L’abisso di Castel del Monte” è il suo primo romanzo pubblicato nel 2001 da Bastogi Editore.
“Mi sono avvicinato con più attenzione a questa fabbrica stupefacente nel lontano 1997, quando per caso acquistai il primo libro di Aldo Tavolaro che descriveva le implicazioni archeoastronomiche legate alla sua costruzione.
Mi si spalancò un mondo sconosciuto e fu allora che appresi che le fonti storiche su Castel del Monte sono davvero pochissime, che vi è solo un documento ufficiale (ormai perduto) che lega il castello a Federico II: il famigerato decreto imperiale del 29 gennaio 1240 in cui veniva ordinato a Riccardo di Montefuscolo, Giustiziere di Capitanata, di eseguire i lavori per la costruzione di un castello da ubicare presso Santa Maria del Monte
.


Già, Santa Maria del Monte. E’ sufficiente questo riferimento spaziale all’abbazia benedettina che sorgeva sulle stesse alture, per far aprire la selva di enigmi ancora irrisolti che circondano il nostro maniero” dichiara l’autore.
Otto – L’abisso di Castel del Monte” racconta l’avventura di una notte, il 17 luglio del 1994, vissuta da Paolo Manfré, un giovane geologo dell’Università di Bari, con l’amico fraterno Mauro Petruzzelli, il geofisico americano Robert Trimble e l’archeologa salentina Alessandra Bianco, nel sottosuolo del castello. Ciò che troveranno sconvolgerà per sempre le loro vite. In un mix erudito di avventura e thriller, i protagonisti si muoveranno al confine della conoscenza, districandosi tra antichi codici rinascimentali e sedute di ipnosi regressiva fra Parigi, Chartres e la Puglia al centro di interessi occulti di un pericoloso gruppo internazionale.
Un vero e proprio ibrido letterario, un nuovo viaggio di Ulisse verso “Pathmos…quel terribile promontorio del pensiero donde si vedono le tenebre”. Paolo e Sandra attraverseranno l’Inferno, varcheranno le colonne d’Ercole spinti dall’infinita sete di conoscenza e si lasceranno travolgere dall’abisso della verità per mutare alla fine, la propria esistenza.

NB. ( Comunicato stampa pervenetoci in Redazione InfoOggi)
Info www.spiaggedautore.it)
Ufficio Stampa
Michela Ventrella
Ines Pierrucci
mobile. 349.52.60.370
ufficiostampa@spiaggedautore.it


 

InfoOggi.it Il diritto di sapere