Perugia, cattedrale di San Lorenzo, solennità dell'Immacolata Concezione

47
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
[Riceviamo e pubblichiamo] ASSISI (PG), 05 DICEMBRE 2015 – L’imminente solennità ...

[Riceviamo e pubblichiamo] ASSISI (PG), 05 DICEMBRE 2015 – L’imminente solennità dell’Immacolata Concezione (martedì 8 dicembre), che per i cristiani segna l’inizio del periodo natalizio con l’allestimento dei presepi, è a Perugia da sempre molto sentita e vissuta. Quest’anno assume un significato particolare nell’avere in calendario, l’8 dicembre, a partire dalle ore 15.30, presso il complesso della cattedrale di San Lorenzo, due eventi culturali, l’inaugurazione del “Grande Presepe di Piazza” e “Natale in Poesia”, che culmineranno con la celebrazione eucaristica dei sessant’anni di sacerdozio dell’arcivescovo emerito mons. Giuseppe Chiaretti.

Inaugurazione Presepe. Primo appuntamento (ore 15.30) è l’inaugurazione del “Grande Presepe di Piazza” nella suggestiva cornice delle Logge di Braccio, all’esterno della cattedrale, davanti alla splendida duecentesca Fontana Maggiore, monumento-simbolo della città. Il Presepe, realizzato su progetto presentato da Roberto Candeliere, vincitore della prima edizione della migliore proposta “Crea, progetta, disegna il grande presepe di piazza” promossa dalla Curia, sarà allestito da un gruppo di giovani volontari e operatori dell’opera segno Caritas “Santuario Madonna dei Bagni”. Il Presepe si presenterà con una sagoma di una città in polistirolo colorato di 6 metri per uno con davanti delle colline che si diradano fino al piano dove sarà riposta la Sacra Famiglia (statue in resina dell’altezza di un metro). Nella parte retrostante sarà posizionata una grande tela che funge da cielo stellato, sulla quale verranno proiettati dei fasci di luce. Ad inaugurarlo saranno il sindaco di Perugia Andrea Romizi e il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti.

Sempre nel pomeriggio dell’8 dicembre, in piazza IV novembre, davanti alla gradinata della cattedrale, si potranno visitare gli stand in legno del “Mercatino natalizio”, giunto alla sua seconda edizione. Tra gli espositori ci sono alcune realtà socio-caritative ecclesiali, segno di condivisione con le persone bisognose e di comunione della comunità diocesana, che vede impegnate quattro sue organizzazioni: l’Associazione perugina di volontariato (Apv) e l’associazione “La Cordata”, entrambe espressioni Caritas; l’Operazione Mato Grosso (OMG) e l’associazione “Amici del Malawi”, realtà impegnate in progetti di cooperazione in terre di missione all’estero.

“Natale in Poesia”. Altro significativo ed atteso appuntamento dell’Immacolata sarà l’evento culturale “Natale in Poesia” in cattedrale (ore 16.30), promosso dall’Ufficio diocesano per i beni culturali. «Quest’anno la Chiesa perugina ha voluto formulare i suoi auguri di Natale alla città, in un momento assai difficile nel mondo anche a seguito dei sanguinosi fatti di Parigi – spiega Fabrizio Fatichenti, direttore dell’Ufficio beni culturali –, con la musica d’organo e con le letture di tredici poesie incentrate sul Natale. La cultura è l’“arma” per rispondere alla violenza e per sconfiggere il male e questa nostra iniziativa coinvolge tutta la società perugina. Le poesie di vari autori, da me brevemente presentate, saranno lette da alcuni rappresentanti dei mondi istituzionale civile e politico, religioso, accademico ed artistico, imprenditoriale, sportivo e da cittadini che per la loro attività hanno allargato i confini della notorietà di Perugia nel mondo». Si tratta del magnifico rettore dell’Università degli Studi Franco Moriconi, del sindaco di Perugia Andrea Romizi, del cardinale Gualtiero Bassetti, dell’attrice ed autrice dialettale Fausta Bennati, dell’ex calciatore e allenatore Walter Novellino, dell’imprenditrice Valeria Guarducci, e da altre persone meno note, ma altrettanto innamorate della città, come Paola Matteucci, Maria Luisa e Ilia Puletti e di due alunni di quinta elementare, Loic Bwanica e Fabio Maria Fatichenti. La dott.ssa Guarducci rappresenterà la sua famiglia di imprenditori perugini che ha preso in gestione gli spazi nella Loggia di Braccio del complesso della cattedrale, presto a disposizione della cittadinanza.

60° di sacerdozio dell’arcivescovo Giuseppe Chiaretti. Al termine dell’evento culturale “Natale in Poesia”, sempre in cattedrale (ore 18), la comunità diocesana con il cardinale Gualtiero Bassetti si ritroverà attorno all’arcivescovo emerito mons. Giuseppe Chiaretti per celebrare l’Eucaristia del suo 60° anniversario dell’ordinazione sacerdotale avvenuta nella chiesa parrocchiale della sua Leonessa (Ri) al mattino dell’8 dicembre 1955, festa dell’Immacolata Concezione e della sua prima santa Messa, celebrata nella stessa chiesa al pomeriggio di quel giorno tra la sua gente, che il presule ricorda con particolare affetto, e sulla quale invoca la protezione della «tenera Madonna delle Grazie, particolarmente amata dal popolo perugino». Mons. Chiaretti, nato a Leonessa il 19 aprile 1933, è stato arcivescovo di Perugia-Città della Pieve dal 1996 al 2009, ricoprendo diversi importanti incarichi, tra cui di vice presidente della Cei, presidente della Ceu, presidente della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Cei, promuovendo a Perugia, nel 1999, il Convegno nazionale ecumenico sul Padre Nostro. Nel 2003, in occasione del centenario della morte di papa Leone XIII, vescovo di Perugia dal 1846 al 1878, mons. Chiaretti promosse un convegno internazionale di studi filosofici molto seguito. I suoi anni di episcopato perugino-pievese sono stati all’insegna di una crescita culturale della comunità diocesana con la promozione di numerosi eventi di alto spessore, senza trascurare l’impegno pastorale, culminato nella sua Visita a tutte le realtà parrocchiali, alla quale ha fatto seguito il Sinodo diocesano (2006-2008). Nel 1999 ha indetto il IV Congresso eucaristico diocesano in preparazione al Grande Giubileo del 2000, vissuto in diocesi con numerosi eventi. In ambito sociale e caritativo mons. Chiaretti ha incoraggiato e sostenuto la nascita e il prosieguo di alcune opere segno e strutture di accoglienza e l’apertura del Punto di Ristoro Sociale Comune-Caritas “San Lorenzo”, attivo dal 2008 in pieno centro storico, all’interno dell’antico Oratorio dei santi apostoli Simone e Giuda Taddeo.

Fonte U.S.DI - Ufficio stampa Archidiocesi Metropolitana di Perugia-Città della Pieve

InfoOggi.it Il diritto di sapere