• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Pittella, Braia e Mitidieri su vertenza Galdo di Lauria

Basilicata

POTENZA, 6 SETTEMBRE 2013 - La proposta presentata ieri dall’Anas per definire la vertenza che interessa i circa quaranta lavoratori delle stazioni di servizio Galdo Est e Galdo Ovest di Lauria è il risultato del lavoro sinergico svolto insieme a lavoratori, sindacati, Prefettura, Regione e Rappresentanti datoriali (Api) e crea un nuovo clima di serenità foriero per una soluzione ottimale della vicenda che tante fibrillazioni ha determinato nelle settimane passate.

E’ questo il commento degli assessori alle Attività Produttive e alle Infrastrutture della Regione Basilicata, Marcello Pittella e Luca Braia e del sindaco di Lauria, Gaetano Mitidieri, a margine della riunione che si è svolta ieri, presso la Prefettura di Potenza, che segue all’incontro del 4 settembre a Roma che l’assessore Braia ha tenuto con il presidente dell’Anas Pietro Ciucci e con dirigenti della stessa Anas.

“Queste settimane – dichiarano Pittella, Braia e Mitidieri - non sono state inutili. Finalmente i vertici Anas hanno formulato una proposta articolata in diversi punti che tengono conto delle svariate esigenze. Tra questi: il mantenimento dei livelli occupazionali esistenti, una Commissione per definire le modalità di calcolo delle compensazioni, la definizione del periodo di aiuto fissato tra gennaio 2013 e dicembre 2015, la messa a diposizione di circa un milione di euro per i tre anni e la disponibilità ad individuare ulteriori risorse.

Queste previsioni – aggiungono - sono sicuramente un buon punto di partenza per rendere appetibile la futura gestione delle due stazioni e dei servizi di ristorazione per le quali l’Anas si è impegnata a pubblicare un bando unico entro fine mese. La disponibilità dimostrata anche in questa occasione da Anas - concludono Pittella, Braia e Mitidieri- consente di proseguire il rapporto di collaborazione con la Regione che proseguirà nei prossimi mesi in concomitanza con le numerose attività di prossima programmazione”. [MORE]

Rocco Zaffino