• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Religioni: in chiesa Crotone Morrone ordinato vescovo Reggio-Bova

Calabria > Crotone

Religioni: in chiesa Crotone Morrone ordinato vescovo Reggio. Come motto frase apostolo Paolo: collaboratori della vostra gioia

CROTONE, 05 GIU - "Grazie Signore perché nonostante tutto ti fidi di me". Queste le prime parole di monsignor Fortunato Morrone, che andrà a guidare l'arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova dove farà ingresso sabato 12 giugno alle 11, dopo l'ordinazione episcopale nella chiesa di Maria Madre della Chiesa, presieduta dal vescovo di Crotone, Angelo Panzetta, che lo ha esortato ad essere "un vescovo grano, un vescovo pane spezzato per la tua gente". 

Presente, tra i prelati giunti a Crotone, anche il vescovo emerito Giuseppe Fiorini Morosini al quale Morrone subentra nella guida della diocesi reggina. Un abbraccio tra i due, dopo il rito dell'ordinazione, ha sancito il passaggio di testimone. Morrone, 63 anni, di Isola Capo Rizzuto, è un sacerdote di periferia: è stato parroco di San Leonardo di Cutro e prima di Melissa. È il terzo vescovo proveniente da Isola Capo Rizzuto ordinato nella diocesi di Crotone. 

Come motto ha scelto l'espressione tratta dalle lettere dell'apostolo Paolo "collaboratori della vostra gioia". "Se dovessi basarmi sulle mie forze - ha detto - questa responsabilità mi schiaccerebbe, ma confido nella forza del Signore che opera attraverso di noi come tutti i credenti e soprattutto nonostante noi. Porto a Reggio Calabria l'esperienza di questa chiesa di Crotone. Prego il Signore perché la chiesa di Reggio-Bova in tutte le sue realtà parrocchiali diventi sempre più scuola e spazio di comunione, luogo famigliare e fraterno dove tutti possano trovare casa, trovarsi a casa". 

"Senza la donna - ha aggiunto - non c'è Chiesa, non c'è umanità. Riconoscere la dignità della donna fuori da ogni schema di subalternità umana e intellettuale è necessario per la Chiesa. Esprimo gratitudine alle tante donne che si sono prese cura di me: madri, sorelle e amiche, testimoniando anche nella sofferenza la vocazione per il Vangelo e spingendomi ad osare di più. Ho chiesto alle donne di San Leonardo di rompere schemi mentali che non danno libertà di azione". Messa senza fedeli a causa delle normative anti covid. Erano presenti, per rappresentare le comunità legate a Morrone, i sindaci di Reggio Calabria, Crotone e Isola Capo Rizzuto, Giuseppe Falcomatà, Vincenzo Voce e Maria Grazia Vittimberga.