Ronaldo e Mandzukic stendono la Spal. Allegri può sorridere

1716
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TORINO , 24 NOVEMBRE- Vittoria doveva essere e vittoria è stata, l'ennesima di una stagione in...

TORINO , 24 NOVEMBRE- Vittoria doveva essere e vittoria è stata, l'ennesima di una stagione in cui la Juventus non sbaglia un colpo. I bianconeri battono la Spal senza tanti problemi e possono godersi l'intera domenica sul divano, sperando nel passo falso del Napoli. Allegri lascia fuori Cancelo e Dybala, schiera dal primo minuto il solito Cristiano Ronaldo a cui affianca l'esperto Mario Mandzukic. Chance da titolare anche per Cuadrado e De Sciglio. Il match parte subito bene e la Juventus prova a stordire la Spal grazie a un giro palla veloce. Al minuto 28 i bianconeri trovano il gol. Pianjc calcia una punizione, Ronaldo si fionda come un rapace e di sinistro batte Gomis. I bianconeri non si fermano e provano a dipanare la manovra nella metà campo della Spal. Nei primi 45' si rendono pericolosi Bentancur, Cuadrado e Mandzukic, ma al riposo si va sul risultato di 1-0.

Nella ripresa i bianconeri arretrano il baricentro e lasciano parecchio campo alla Spal, che prima con Lazzari, poi con Petagna, provano a dar noie alla retroguardia bianconera oggi orfana di Chiellini. Nella ripresa arriva il gol del raddoppio: Douglas Costa calcia dai 25 metri, Gomis respinge corto e sulla respinta si fionda Mario Mandzukic che di piatto appoggia in rete. Il finale è accademia e gestione del pallone, con la Juventus padrona del campo e soprattutto assoluta dominatrice del campionato.

InfoOggi.it Il diritto di sapere