Salvini: "O vinciamo le elezioni o siamo noi italiani a dover prendere il barcone"

84
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
RAVENNA, 30 LUGLIO - Nel corso della Festa della Lega Nord Romagna, la cui prima tappa si è s...

RAVENNA, 30 LUGLIO - Nel corso della Festa della Lega Nord Romagna, la cui prima tappa si è svolta ieri sera a Cervia, Matteo Salvini torna ad attaccare il Governo e, attraverso una colorata metafora, tuona: "O vinciamo l'anno prossimo le elezioni politiche o siamo noi italiani a dover prendere il barcone per andare altrove e chiedere asilo".

Per il segretario federale "Boldrini e Renzi devono cercarsi un altro lavoro" e senza lasciare margini di interpretazione promette: "Stiamo arrivando, non vedo l'ora di smettere di parlare e iniziare a fare".

"L'emergenza numero uno in Italia è il lavoro - prosegue un acceso Salvini - e ci tocca fare anche il lavoro della sinistra, ossia guardare al sociale e alle difficoltà degli italiani. Quando un tempo parlavano Berlinguer o Almirante c’era da togliersi il cappello di fronte alla loro personalità e alla loro conoscenza. Oggi c’è Renzi".

Sempre riguardo il tema del lavoro, il numero 1 del Carroccio ribadisce ai presenti che la prima legge che verrà cambiata, una volta al Governo, sarà la legge Fornero: "Non è possibile far stare in fabbrica una persona fino a 70 anni".

Non è mancata una riflessione sull'immigrazione. Salvini dimostra di avere le idee chiare riguardo i migranti che non rispettano le leggi del nostro Paese e commettono crimini: "Basta con questa gente che viene in Italia a fare casino. Certo, per le donne e i bambini che scappano dalla guerra casa mia è casa loro. Ma di queste ne vedo poche. C’è un governo che insiste sui vaccini e poi accogliamo e teniamo immigrati che non sono vaccinati".

Luigi Cacciatori

Immagine da liberoquotidiano.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere