Sanità, Febbo: su guardie mediche attenzione ad aree interne

29
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PESCARA, 13 SETTEMBRE 2013 - Per l'assessore alle Politiche agricole, Mauro Febbo, c'è la "ma...

PESCARA, 13 SETTEMBRE 2013 - Per l'assessore alle Politiche agricole, Mauro Febbo, c'è la "massima soddisfazione per l'esito dell'incontro" svoltosi questa a mattina a Pescara, nel corso del quale si è discusso della rimodulazione delle circoscrizioni di guardia medica nell'Alto vastese. Alla riunione hanno partecipato Gianni Chiodi e i vertici della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Francesco Zavattaro e Pasquale Flacco.

"Nel suo intervento il presidente Chiodi - spiega Febbo - ha elencato perfettamente le motivazioni dell'operazione che punta ad un'adeguata riorganizzazione. Questo non si traduce affatto in un depotenziamento delle strutture sanitarie sul territorio ma l'obiettivo è lavorare affinché i servizi e le prestazioni offerte rafforzino tutte le attività esistenti nelle aree distrettuali, a garanzia della continuità assistenziale, con prestazioni che potranno essere erogate non solo nelle ore notturne e nei festivi ma anche nelle ore diurne.

La Regione, come ha evidenziato Chiodi, punta quindi a completare la risposta al bisogno di salute dei cittadini dell'Alto vastese e dell'intero territorio interno regionale. Si tratta di un'ulteriore conferma di come quel territorio sia costantemente intenzionato dal Governo regionale che sta mettendo in campo tutti gli interventi necessari per potenziare il sistema sanitario e dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini".

Rispondendo poi alle dichiarazioni dei consiglieri Acerbo e Saia Febbo sull'argomento Febbo ha dichiarato: "Continuano nella loro attività preferita, fare polemiche attaccandosi come sempre ad un qualunquismo e ad un populismo diventati ripetitivi e noiosi. Voglio ribadire che grazie al progetto presentato dal Commissario Chiodi si procederà ad una ristrutturazione che sono sicuro si farà sentire a breve i suoi benefici su tutto il territorio. Il risultato finale sarà un sistema sanitario più efficiente ed in grado di eliminare gli sprechi".

Rocco Zaffino

InfoOggi.it Il diritto di sapere