Sardegna, Coldiretti lancia l'allarme malattie negli allevamenti e chiede l'intervento della Regione

0
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 10 MARZO 2014 – La Coldiretti sarda ha lanciato l’allarme per le troppe emerge...

CAGLIARI, 10 MARZO 2014 – La Coldiretti sarda ha lanciato l’allarme per le troppe emergenze che tormentano l’allevamento isolano. Dalla lingua blu alla peste suina passando per l’agalassia, nell’Isola le epidemie si stanno moltiplicando e sono necessari interventi seri ed efficaci promossi direttamente dalla nuova Giunta regionale.

Per quanto riguarda la peste suina, nonostante negli ultimi 35 anni siano stati spesi seicento milioni, siamo ancora al punto di partenza – ha dichiarato il presidente di Coldiretti Giambattista Cualbu – per la lingua blu sono previsti i rimborsi, è vero, però bisogna programmare bene la campagna di vaccinazione e far fronte al conseguente calo di produzione”.

Per chiarire meglio la gravità della situazione, sono stati forniti alcuni esempi. Se a dicembre 2012 in un’azienda della Sardegna sono stati prodotti 7403 litri di latte, dopo dodici mesi si è registrato un calo del 44%; nel corso del 2013, infatti, la produzione nel medesimo allevamento è stata di appena 3647 litri. La situazione è seria, in alcune aziende le forze dell’ordine hanno addirittura messo i sigilli, ma Cualbu vuole sottolineare che i pericoli possono arrivare anche dall’esterno: “gli animali in uscita devono subire mille controlli e dovrebbe avvenire lo stesso per quelli in entrata”.

(Foto da: notizie.tiscali.it)

Vanna Chessa

InfoOggi.it Il diritto di sapere