Sea Watch: Rackete verso carcere, processo direttissima

1602
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
LAMPEDUSA (AG), 29 GIUGNO - La capitana della nave Sea Watch, Carola Rackete, potrebbe essere trasfe...

LAMPEDUSA (AG), 29 GIUGNO - La capitana della nave Sea Watch, Carola Rackete, potrebbe essere trasferita in carcere e processata per direttissima. La comandante è stata infatti arrestata in flagranza di reato per violazione dell'Articolo 1100 del codice della navigazione: resistenza o violenza contro nave da guerra, che prevede una pena dai tre a 10 anni di reclusione. A Carola Rackete potrebbe essere contestato anche il tentato naufragio della motovedetta della Guardia di Finanza, speronata dalla nave durante la manovra di attracco. 

 Il comandante della tenenza di Lampedusa delle Fiamme Gialle, luogotenente Antonino Gianno, ha prelevato personalmente la comandante a bordo della Sea Watch con l'ausilio di altri 4 finanzieri, notificandole in caserma il verbale di arresto. La comandante della Sea Watch potrebbe adesso essere trasferita nel carcere di Agrigento in attesa delle decisioni della Procura di Agrigento che coordina l'inchiesta.

InfoOggi.it Il diritto di sapere