Serie A, la Juventus batte il Pescara e sale a +8 sulla Roma. Giallorossi fermati dall'Atalanta

5
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PESCARA, 15 APRILE - La Juventus mette un altro mattoncino verso la conquista del sesto scudett...

PESCARA, 15 APRILE - La Juventus mette un altro mattoncino verso la conquista del sesto scudetto consecutivo. La squadra di Allegri batte il Pescara grazie ad una doppietta di Gonzalo Higuain nel primo tempo e allunga in classifica sulla Roma. Allegri sorprende tutti e conferma dal 1’ Pjanic insieme ai titolarissimi in attacco. Zeman schiera il consueto 4-3-3 con Caprari, Brugman e Memushaj davanti. 

Il Pescara parte bene e cerca di tenere i ritmi elevati. La prima palla gol capita sui piedi Mandzukic ma il croato viene murato da Fiorillo. Il vantaggio bianconero arriva al 23' con Higuain, che appoggia in rete l’assist di Cuadrado. Al 43’ assist di Mandzukic ancora per Higuain; l’argentino realizza così il gol numero 23 in campionato, portandosi a due gol da Belotti e Dzeko.

Nella ripresa la squadra di Allegri controlla il match ma il tecnico livornese è costretto a sostituire Dybala, toccato duro da Muntari, che già ammonito rischia il secondo giallo. Un po’ di spavento per l’argentino che ora verrà valutato in vista della sfida di ritorno contro il Barcellona

Nel match dell’Olimpico la Roma è costretta a inseguire l’Atalanta, che gioca un ottimo primo tempo e passa in vantaggio con Kurtic al 22’. Nella ripresa i giallorossi aumentano il ritmo e trovano il pari con il solito Dzeko al 50’, bravo a sfruttare un assist di Salah. Padroni di casa che ora dominano e vanno vicini al vantaggio per ben due volte prima con De Rossi e poi con Nainggolan. Minuti finali con Totti in campo ma il risultato non si schioda dall’1-1. Nel posticipo il Napoli può accorciare sui giallorossi e riaprire i giochi per il secondo posto.

In zona salvezza colpaccio dell’Empoli che vince il derby contro la Fiorentina e compie l’allungo che potrebbe risultare decisivo sul Crotone. La squadra di Martusciello passa nel primo tempo con il terzo gol stagionale di El Kaddouri, ma nella ripresa si fa raggiungere da Tello. La squadra di Paulo Sousa prova a vincerla ma a tempo scaduto arriva il calcio di rigore in favore degli ospiti, per un presunto fallo di Borja Valero su Pucciarelli. Sul dischetto si presenta l’ex del match, Pasqual, che batte Tatarusanu e regala ai suoi tre punti.

La vittoria dell’Empoli rende praticamente inutile il pareggio del Crotone contro il Torino, arrivato con Simy nei minuti finali, sfruttando un errore di Hart. A sbloccare il match ci aveva pensato il solito Belotti con un calcio di rigore dubbio. Tra Palermo e Bologna finisce invece senza reti, con i padroni di casa che non sfruttano la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Pulgar a 25’ del primo tempo. Il Cagliari batte 4-0 il Chievo in un match senza storia. Borriello, Sau e Joao Pedro chiudono i conti già nel primo tempo. Il brasiliano realizza la doppietta personale nella ripresa.

 

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere