• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Shoah Memorial Day con Luis Bacalov per Giornata della Memoria

Basilicata

MATERA, 27 GENNAIO 2015 - Istituito dieci anni fa, il Giorno della Memoria si celebra il 27 gennaio per non dimenticare l’orrore più grande che la storia umana abbia mai conosciuto: lo sterminio di 6 milioni di ebrei ad opera dei nazisti tedeschi. Una lista interminabile di nomi, di uomini, donne, bambini con l’unica colpa, di essere ebrei. Ricordare affinché non si ripeta mai più.

E’ il senso profondo delle migliaia di manifestazioni che si svolgono in questa occasione. Tra queste, “Matera in Musica”, la stagione concertistica di Festival Duni e Orchestra Magna Grecia, dedica , mercoledì 28 gennaio, all’Auditorium Roberto Gervaso di Matera, propone il concerto Shoah Memorial Day che vedrà l’Orchestra ICO della Magna Grecia, diretta nell’occasione da Piero Romano, ospitare nuovamente il grande musicista Luis Bacalov nella veste di raffinato pianista.

Il “musicista ebreo” affascinato da Cristo che con le note ha dimostrato che anche un tango può diventare un’opera sacra e la musica, avvicinare le religioni. Misa Tango il capolavoro scaturito dal genio del compositore argentino, “naturalizzato” italiano.[MORE]

In questo concerto Luis Bacalov torna al pianoforte per eseguire, con l’Orchestra ICO Magna Grecia diretta da Piero Romano, uno dei massimi capolavori di Wolfgang Amadeus Mozart: il Concerto per pianoforte e orchestra n. 9 in mi bemolle maggiore "Jeunehomme" Kv. 271.

Composto da Mozart a soli ventun anni per una virtuosa pianista francese di passaggio a Salisburgo, tale Mademoiselle Jeunehomme, per l’intensità espressiva e per il notevole impegno formale, nonché per le dimensioni insolitamente ampie, questa opera viene universalmente considerata come il primo grande concerto per pianoforte di Mozart, degno in tutto e per tutto di figurare accanto ai grandi capolavori della maturità viennese.

Piero Romano ha spiegato che “l’idea di eseguire questa pagina mozartiana di straordinaria bellezza nel concerto “Shoah Memorial Day”, data in cui si ricorda uno dei momenti più tristi della storia dell’umanità, è stata ispirata dalla famosa frase di Fedor Dostoevskij “La bellezza salverà il mondo”!
Il concerto poi prevede l’esecuzione del brano orchestrale “Just a street back love affair” di Silvia Colasanti, opera che la stessa compositrice descrive come “un ripensamento del Preludio e Fuga N.8 del I Libro del “Clavicembalo ben temperato” di J.S. Bach”.

Nella seconda parte del concerto “Shoah Memorial Day” si unirà all’Orchestra ICO Magna Grecia, sempre diretta da Piero Romano, il cantante Paolo Candido che interpreterà quattro canzoni ebraiche che parlano della guerra e della Shoah: “Zot nit”, “Friling”, “Der Hoyfzinger” e “Az der Rebbe”.
Nell’ultimo brano salirà sul palco il Coro polifonico del Liceo Statale Musicale “Archita” di Taranto che canterà “Gam Gam”, una canzone ebraica resa celebre dal film “Jona che visse nelle balena” nel quale viene insegnata dalla maestra a Jona e agli altri bambini nel lager nazista.

Anna Giammetta