Successo per "Il Flauto Magico" al Teatro Lirico di Cagliari

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 5 GIUGNO 2014 – In scena dal 28 maggio al prossimo 8 giugno, “Il Flauto Magico...

CAGLIARI, 5 GIUGNO 2014 – In scena dal 28 maggio al prossimo 8 giugno, “Il Flauto Magico” di Wolfgang Amadeus Mozart è il secondo appuntamento della stagione lirica e di balletto del Teatro Lirico di Cagliari.

Il “Die Zauberflöte”, che vanta la musica del celeberrimo compositore austriaco e il libretto del tedesco Emanuel Schikaneder, è un singspiel, ovvero un’opera teatrale cantata e recitata; andato il scena per la prima volta nel settembre del 1791 al Theater auf der Wieden di Vienna, è considerato l’ultimo capolavoro di Mozart, che morì a soli trentacinque anni il 5 dicembre dello stesso anno.

L’opera in due atti è recitata in tedesco, la lingua originale, ma i soprattitoli in italiano consentono anche agli spettatori non germanofoni di seguire con passione e attenzione senza alcuna difficoltà. Ottima la prestazione dell’orchestra e del coro del Lirico di Cagliari, affidati alla guida del sapiente maestro Christopher Franklin, che torna nel capoluogo isolano dopo l’appuntamento dello scorso anno, in cui diresse la mozartiana “Così fan tutte”.

A Cagliari è in scena la produzione del Teatro Massimo di Palermo, con l’allestimento del Regio di Torino. La regia, originariamente curata da Roberto Andò, in Sardegna è nelle mani di Riccardino Massa; le scelte compiute dai registi consentono al pubblico di abbandonarsi e di godere della leggerezza di un’opera fantastica la cui trama regala inaspettate sorprese e le cui trovate sceniche mirano, in passato come oggi, a meravigliare lo spettatore. Se si vuole compiere un’analisi più approfondita, non si possono però trascurare i riferimenti alla ritualità massonica, dal trionfo del Sole sull’oscurità al percorso iniziatico e purificatore compiuto dal principe Tamino; il giovane e inesperto protagonista dell’opera, infatti, deve eseguire una serie di prove educative e catartiche per preparare se stesso e il mondo a una nuova età.

Tra le maestose scene di un antico Egitto immaginario e il folto seguito del gran sacerdote Sarastro (Bjarni Thor Kristinsson/Aleksandar Stefanoski), alle sofferte e ponderate azioni di Tamino (Bernhard Berchtold/Marcel Reijans) e Pamina (Nadine Sierra/Talia Or), si alternano le spontanee e allegre trovate dell’uccellatore Papageno (Markus Werba/Klaus Kuttler), costantemente alla ricerca del piacere immediato. Dulcis in fundo, troviamo la Regina della Notte (Christina Poulitsi/Cornelia Götz), la potente dea alla quale Mozart ha riservato la celeberrima ed emozionante aria che del “Flauto Magico” è indubbiamente una delle parti più note; ed è proprio la brillante interpretazione del soprano ad emozionare e incantare più che mai il competente pubblico cagliaritano.

(Foto di: Priamo Tolu - Teatro Lirico di Cagliari)

Vanna Chessa

InfoOggi.it Il diritto di sapere