TAV, Appendino: “Ci sia un dialogo con il territorio"

268
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TORINO, 5 NOVEMBRE - La sindaca di Torino, Chiara Appendino, a margine della presentazione di C...

TORINO, 5 NOVEMBRE - La sindaca di Torino, Chiara Appendino, a margine della presentazione di Cioccolatò, è tornata a parlare di un argomento molto discusso in questi giorni, la Tav: "Io lavoro nell'interesse della città, credo di averlo fatto dal primo giorno e continuerò a farlo, e penso che in un momento di tensione un sindaco abbia il dovere di ricucire che non significa chiedere a qualcuno di cambiare la propria posizione".

La sindaca ha continuato: "Il governo sta elaborando l'analisi costi benefici; quando sarà chiusa ci sarà un confronto col territorio". "Le decisioni spettano al governo – ha sottolineato la Appendino - un sindaco non ha il potere di bloccare un'opera né è il suo compito, il mio compito è ascoltare ed essere garante anche nei confronti di voci che si stanno sollevando, creando un clima di ascolto e di confronto civile. La posizione di questa maggioranza, del M5S e mia personale sulla questione Tav è nota, non è una novità che siamo contrari all'opera so che ci sarà una manifestazione e che ci sono persone che stanno legittimamente esprimendo le loro ragioni e il loro dissenso. Un sindaco ha il dovere di ascoltare la porta qui è sempre aperta".

La sindaca ha concluso: "Il mio appello al governo è che oltre al fatto che ci sia un dialogo con il territorio, come è giusto che sia, si faccia in fretta con l'analisi costi-benefici, perché c'è bisogno di una decisione che deve essere presa anche per rispetto di tutti gli interlocutori”.

Fonte immagine: ilfattoquotidiano.it

Fabio Di Paolo

InfoOggi.it Il diritto di sapere