Terni, in crescita l'imprenditoria straniera

29
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
[Riceviamo e pubblichiamo] TERNI, 14 SETTEMBRE 2015 – Terni e provincia si conferma territorio...

[Riceviamo e pubblichiamo] TERNI, 14 SETTEMBRE 2015 – Terni e provincia si conferma territorio ad alta partecipazione di stranieri ai ruoli d’impresa con netta prevalenza di extracomunitari.
Su 34.320 imprenditori totali registrati al 30 giugno 2015, 2.406 sono stranieri, cioè il 7,0% (tra titolari d’impresa, soci o amministratori). Di questi 1.575 cioè il 4,6% sono di provenienza extracomunitaria, mentre i restanti 831 sono cittadini europei (2,4%).
All’interno del gruppo extracomunitario, prevalgono gli albanesi (250) seguono marocchini (194) e cinesi (124). Un trend in crescita, stando ai dati degli ultimi tre anni, quando al 30 giugno del 2012 si attestavano a 2.042.

Non conosce sosta dunque la crescita dell’imprenditoria straniera in provincia di Terni. A mostrarlo sono le elaborazioni della Camera di Commercio sulla base dei dati Infocamere provenienti dal Registro delle imprese e che si focalizzano sull’andamento degli ultimi tre anni. Per quanto riguarda le imprese, sono 332 in più le nuove nate a Terni tra il 30 giugno 2012 e il 30 giugno 2015. Complessivamente hanno raggiunto quota 1.717 al 30 giugno di questo anno e rappresentano il 7,7% del tessuto produttivo provinciale (sotto comunque la media nazionale che raggiunge l’8,9%). La presenza è cospicua soprattutto nelle costruzioni (500 imprese registrate) e nel commercio al dettaglio (451 imprese) segue ma a rilevante distanza il settore dell’agricoltura con 122 imprese guidate da imprenditori stranieri e il settore dei servizi di ristorazione (119 aziende).
In crescita la presenza straniera anche a livello umbro. Nel capoluogo di regione le imprese straniere raggiungono quota 6.266 pari all’8,6% del totale provinciale.

All’interno dell’universo dell’impresa straniera attiva a Terni è da segnalare la schiacciante presenza delle imprese individuali rispetto alle altre forme giuridiche. Sono infatti 1.348 su un totale di 1.717 registrate. Aspetto che è la generale sotto capitalizzazione delle imprese guidate da stranieri.

Proprio l’approfondimento su questa tipologia di impresa consente di cogliere la forte etnicizzazione di alcune componenti del nostro tessuto produttivo, come ad esempio le costruzioni dove l’imprenditoria è quasi tutta rumena (191 imprenditori) e albanese (164).

L’analisi evidenzia anche come dal 2012 al 2015 il commercio rappresenti il settore dove, nel perdurare della crisi economica, si continua a registrare una crescita sostenuta di imprenditori stranieri.
Fenomeno resosi evidente nel 2014 dove al 31 dicembre ad esempio su un totale di 98 nuovi imprenditori stranieri, ben 68 risultano operare nel commercio.

Nella nostra provincia gli stranieri residenti sono ormai il dieci per cento della popolazione, un dato particolarmente rilevante - sottolinea il Presidente della Camera di Commercio di Terni, Giuseppe Flamini - ritengo che la via dell'impresa si conferma una delle modalità attraverso le quali, gli stranieri giunti in Italia, possono integrarsi nel nostro sistema economico e sociale, tuttavia servono strumenti per irrobustire questa tipologie di imprese che come i dati ci dicono sono per la quasi totalità piccole ditte individuali”.

Fonte CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. di TERNI

InfoOggi.it Il diritto di sapere