Terremoto, si riunisce il Consiglio dei Ministri per il nuovo decreto

14
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 4 NOVEMBRE - Un nuovo decreto al fine di "snellire ulteriormente i tempi, le procedure, la bur...

ROMA, 4 NOVEMBRE - Un nuovo decreto al fine di "snellire ulteriormente i tempi, le procedure, la burocrazia", per affrontare l’emergenza sismica del paese, è stato l’oggetto della riunione del Consiglio dei Ministri di questa mattina. Come già negli scorsi giorni aveva accennato il premier, questo decreto andrà a confluire, con quello già varato a settembre dopo il terribile terremoto del 24 agosto, in un unico atto.

 

Le opposizioni chiedono un tavolo

Intanto le opposizioni, che si dichiarano comunque disponibili al dialogo e alla collaborazione, denunciano la mancata convocazione di un tavolo da parte di Matteo Renzi. In un’intervista al Tg5 Silvio Berlusconi, dopo aver ribadito di essere pronto a "fare tutto il possibile per andare incontro al bisogno delle vittime’’, ha ricordato come "il governo non abbia riunito ancora un tavolo, non ci ha detto come intende agire. Non si può perdere tempo".

Non si è concretizzato infatti l’annuncio da parte del ministro Boschi secondo cui Renzi avrebbe dovuto rendere conto al Parlamento sugli ultimi eventi sismici , dopo le polemiche suscitate dall’opposizione e in particolare sul blog di Grillo, in cui si denunciava: "Renzi ha chiesto unità nazionale e disponibilità ma, alla prova dei fatti, fino ad ora si è mosso senza informare o interpellare le altre forze politiche".

 

Intanto la pioggia non dà pace alle tendopoli delle zone colpite, che continuano a tremare sotto l’acqua incessante e circondate da fango. A Norcia ad esempio parte dei cittadini dorme ancora in automobile.

 

Maria Azzarello

 

Fonte immagine: www.protezioenecivile.gov

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere