Tunisia - Marocco, firmate 23 convenzioni di cooperazione bilaterale

104
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TUNISI 02 GIUGNO 2014 - Il Re del Marocco, Mohammed VI, sta per terminare una visita ufficiale in T...

TUNISI 02 GIUGNO 2014 - Il Re del Marocco, Mohammed VI, sta per terminare una visita ufficiale in Tunisia iniziata venerdì assieme a una grande delegazione composta da consiglieri del Re, ministri, responsabili ed operatori economici e finanziari pubblici e privati, del settori dei diritti dell’uomo oltre a personalità civili e militari.

La visita è stata caratterizzata - oltre al colloquio tra due Capi di Stato, il discorso del Sovrano davanti all’Assemblea Nazionale Costituente tunisina, la visita del Re al cimitero dei martiri e il ricevimento del Capo del Governo tunisino Mehdi Jomoa dal Re - della firma di 23 convenzioni bilaterali in cui la cerimonia della firma era presieduta dal Re del Marocco e il Presidente tunisino, Moncef Marzouki. Si tratta di accordi di natura altamente strategica soprattutto perché si distinguono per la diversità delle aree coperte, compresa quella economica, sociale e di sicurezza, e sono ampie le prospettive di cooperazione che si aprono per l'integrazione dei Paesi del Maghreb.

Gli accordi riguardano i settori delle energie rinnovabili, l'ambiente, i mercati finanziari e la promozione dei diritti umani e vedono un importante coinvolgimento del settore privato rappresentato dalla Confederazione generale delle imprese Marocco (CGEM) e dall'Unione tunisina dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato (UTICA).

La firma di questi accordi rispecchia la volontà marocchina di sostenere la transizione politica che sta interessando la Tunisia e arricchire in modo qualitativo il quadro giuridico per la cooperazione bilaterale. Il primo accordo riguarda un protocollo d'intesa tra l'Accademia marocchina di Studi Diplomatici e l'Istituto Diplomatico e di istruzione tunisino. Il secondo accordo riguarda un programma esecutivo di cooperazione culturale per il periodo 2015-2017.

Il terzo accordo sulla cooperazione in materia di sicurezza è stato firmato dal ministro dell'Interno, Mohamed Assad e il suo omologo tunisino Lotfi Benjeddou. Il quarto documento è stato firmato dal Ministro dell'Economia e delle Finanze marocchino, Boussaid Mohamed e dal suo omologo tunisino, Hakim Benhammouda, si riferisce ad un accordo quadro sull'integrazione regionale. Il quinto accordo, firmato dal Ministro dell'industria, del commercio , gli investimenti e l'economia digitale, Moulay Hafid El Alamy, e dal ministro tunisino dell'Industria, dell'Energia e delle Miniere, Kamal Ben Naceur, riguarda la cooperazione nella tecnologia industriale.

Gli altri protocolli d'intesa riguardano un memorandum di cooperazione nel campo della tutela della proprietà industriale, un programma esecutivo di cooperazione nel campo della ricerca scientifica e tecnologica, un progetto di accordo di partenariato e di cooperazione tra i ministeri dell'istruzione dei due Paesi e il Consiglio nazionale per i diritti umani e l'Istituto arabo per i diritti umani, un protocollo di cooperazione nel settore della sanità, la cooperazione nel campo della logistica e un memorandum d'intesa per la cooperazione tra l'Istituto Superiore di Studi Marittimi di Casablanca e l'Istituto Mediterraneo per la formazione nelle professioni marittime Tunisia. Infine gli ultimi memorandum interessano il settore del turismo e della governance.


(notizia segnalata da BELKASSEM YASSINE)

InfoOggi.it Il diritto di sapere