Una scuola ecosostenibile ed antisismica: il dono di Ikea ai bambini del Gran Sasso

51
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CROGNALETO (TERAMO), 30 MAGGIO- Un edificio in legno, colorato, con due grandi vetrate e, sopra...

CROGNALETO (TERAMO), 30 MAGGIO- Un edificio in legno, colorato, con due grandi vetrate e, soprattutto, totalmente antisismico. Così si presenta la nuova scuola 'Alfredo Quaranta' di Crognoleto, il piccolo comune abruzzese duramente colpito dal terremoto di fine agosto dello scorso anno al quale Ikea ha voluto donare la nuova struttura.
 
Il nuovo complesso, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso, ospiterà una scuola dell'infanzia e la primaria e secondaria di primo grado, accogliendo gli oltre 60 studenti del territorio. Alla cerimonia inaugurale hanno preso parte il sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, il sottosegretario all'Istruzione, Vito De Filippo, l'amministratore delegato di Ikea Italia, Bélen Frau, il consigliere d'Ambasciata di Svezia, Cristina Kvist, il sindaco Giuseppe D'Alonzo.
Hanno tagliato il nastro i bambini e ragazzi del comune abruzzese che, lanciando palloncini gialli e blu, hanno aperto ufficialmente le aule che li ospiteranno.
 
Il progetto della scuola Ikea è emblematico della volontà dell'azienda di coniugare sviluppo commerciale e risultati concreti nell'ambito della sostenibilità sociale. Alla realizzazione della scuola ha contribuito Inter Ikea Systems ma anche circa 7000 collaboratori di Ikea in Italia, i quali hanno chiesto all'Azienda di investire le risorse destinate al regalo di Natale per offrire un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal terremoto.
 
L'edificio, il cui stile richiama fortemente le strutture svedesi, si estende su 325 metri quadrati e consta di due volumi raccolti da una recinzione: il primo, in legno a vista, si apre con due grandi vetrate sul parco e il giardino d'inverno, mentre il secondo è interamente intonacato. Nella costruzione, la sostenibilità è stata ritenuta prioritaria: è stato utilizzato del legno lamellare certificato prodotto dalla società Subissati, materiale che rientra nei parametri di edilizia sostenibile grazie alla classe A4 Energia quasi Zero e all'uso di materiali ecocompatibili. La scelta è vantaggiosa per diverse ragioni quali  la  riduzione di consumi per riscaldamento e rinfrescamento degli ambienti, il ridottoinquinamento nella produzione dei materiali utilizzati, la rapidità di esecuzione della costruzione e la durabilità della struttura.
 
La filosofia dell'azienda svedese è quella di "creare una vita migliore per la maggioranza delle persone" ed Ikea continuerà ad abbracciare tale credo nei prossimi mesi, quando supporterà la costruzione di 12 unità abitative a Bolognola (Macerata) e contribuirà all'arredamento di 14 appartamenti destinati a famiglie sfollate di Civitanova Marche.
 
 
foto: askanews.it
 
 
Marta Pietrosanti

InfoOggi.it Il diritto di sapere