A Napoli Luca Abete e i cartelli stradali alla rovescia

222
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
NAPOLI, Il popolare inviato di Striscia la Notizia non perde occasione per evidenziare stranezz...

NAPOLI, Il popolare inviato di Striscia la Notizia non perde occasione per evidenziare stranezze e anomalie anche fuori dal contesto televisivo. Sulla sua piattaforma social oggi mostra alcuni casi clamorosi di segnaletica stradale posizionata inspiegabilmente a testa in giù. Il primo caso è stato pubblicato stamattina sulla sua pagina Facebook (www.facebook.com/lucaabeteofficialpage) e ritrae un cartello nei pressi di piazza Municipio a Napoli con un divieto di transito datato 22 settembre 2011.

Abete non avanza ipotesi sulla presenza del segnale e si limita a commentarlo così: “E a Napoli spuntano i cartelli stradali alla rovescia! Ne sapete qualcosa?”. Tutte da ridere le ipotesi dei navigatori della rete.
Nel pomeriggio poi, ancora una scritta rovesciata è protagonista della “foto in pegno” n° 1170 del progetto fotografico One Photo One Day (www.flickr.com/photos/onephotooneday) che vede Luca Abete, appassionato di fotografia di strada, autoscattarsi una foto al giorno già dal 2010.

Si tratta anche in questo caso di un divieto di transito, ma con la scritta “entrare adagio” a testa in giù.
Nello stesso progetto, altre sono state le occasioni per evidenziare cartellonistica bizzarra.
Ad uno svincolo autostradale la freccia indicava l’imbocco a sinistra per l’A30 Caserta-Salerno ma si trattava chiaramente di un segnale preparato per la svolta nella posizione opposta, rovesciato per l’occasione.

Della stessa “collezione” la strada dissetata in provincia di Caserta, mentre è oramai un cult del genere la foto con Abete esterrefatto dinanzi all’indicazione di un’area video sorvegliata in cui il termine inglese “privacy” veniva italianizzato in “praivasi”. www.onephotooneday.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere