• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

A Roma vince Marino. Eletti i sindaci anche negli altri 8 comuni del Lazio

Lazio

ROMA, 10 GIUGNO 2013 – Dopo una parentesi di governo di centrodestra rappresentata dal sindaco uscente Gianni Alemanno, Roma torna al centrosinistra. Come già anticipato dai primi dati arrivati nel corso del pomeriggio, a spoglio concluso è ormai ufficiale che Ignazio Marino sarà il prossimo sindaco della Capitale. Con il 63,93% di voti, Marino sconfigge il sindaco uscente, fermo al 36,07% dei voti.

Se Alemanno non ha atteso il termine dello scrutinio per ammettere la sconfitta, annunciando già più di un'ora fa di aver telefonato allo sfidante per congratularsi con lui della vittoria, Marino attende i dati definitivi prima di intervenire pubblicamente. È di pochi minuti fa il suo intervento davanti ai suoi sostenitori, durante il quale ha affermato di voler lavorare insieme a tutte le cittadine e a tutti i cittadini romani per cambiare la città, consapevole «della responsabilità che la città mi consegna».

«Una città – ha affermato Marino in conferenza stampa - che deve recuperare il ruolo che le spetta a livello internazionale. Una città che non si dimentica neanche un solo istante di chi è rimasto indietro. Un valore culturale del centrosinistra che questa sera, in questa città, vince. Il valore è la solidarietà». «Il percorso dei prossimi anni – prosegue - sarà importante e dobbiamo lavorare non sulla base delle ideologie ma delle idealità. Dobbiamo far sentire a tutti che ognuno di noi è cittadino di Roma e che tutti dobbiamo partecipare alla rinascita di questa città, contribuendo a risolvere problemi ordinari che sono diventati straordinari. Dobbiamo tornare tutti ad essere orgogliosi di ciò che abbiamo». «In tempo di grande crisi economica, spero che ci sia la collaborazione nel merito, sui vari temi, anche dell'opposizione. Mi riferisco al Movimento 5 Stelle, così come ad Alfio Marchini, come da chi in questo momento è sindaco uscente».

«Io stasera non vado in Campidoglio. Il Campidoglio è il palazzo che rappresenta in modo sacrale questa città. I cambiamenti di consegne devono avvenire in modo ufficiale. Tutti dobbiamo lavorare per cambiare questa città e riportare a Roma i valori che sembrano averla abbandonata. Mi aspetto che ognuno di voi mi porti la sua idea, la sua creatività, la sua passione, perché questa città dobbiamo cambiarla tutti insieme, non è un lavoro per una persona sola. Oggi è una giornata in cui in tutta Italia il centrosinistra ha raggiunto risultati straordinari, ma questa qui è la capitale. È da qui che dobbiamo ricostruire un ruolo di guida morale per tutto il paese. L'impegno più grande è per quei romani che non si sono recati alle urne, perché disillusi dalla classe politica nel nostro paese. Il nostro obiettivo sarà raggiunto solo se dimostreremo a tutte quelle persone che la politica è servizio per la città e per il paese intero».

Scrutinio concluso anche negli altri otto comuni interessati dai ballottaggi in queste due giornate elettorali. A Viterbo, con il 62,86% vince il candidato di centrosinistra, Leonardo Michelini, sconfiggendo il sindaco uscente e candidato di centrodestra Giulio Marini (37,14%).[MORE]

Ad Anzio, in una competizione tutta interna al centrodestra, il vincitore è Luciano Bruschini, che ha battuto con il 51,11% dei voti lo sfidante Candido De Angelis (48,89%). A Fiumicino, con il 51,84% di voti vince il candidato di centrosinistra, Esterino Montino, sul candidato di centrodestra Mauro Gonnelli (48,16%). Anche a Nettuno vince il centrosinistra, con il 62,17% di voti ottenuti da Alessio Chiavetta, il quale ha battuto il candidato di centrodestra Carlo Eufemi (37,83%).

A Pomezia vince Fabio Fucci (63,73%), unico candidato del Movimento 5 Stelle arrivato al ballottaggio nel Lazio. Fucci sconfigge il candidato di centrosinistra Omero Schiumarini, votato dal 36,27% degli elettori. Il centrodestra vince a Santa Marinella, con il 55,86% di voti ottenuti da Roberto Bacheca, il quale ha sconfitto lo sfidante di centrosinistra Massimiliano Fronti (44,14%).

Due i comuni della provincia di Latina interessati dai ballottaggi. A Formia vince Sandro Bartolomeo (51,16%) contro Maurizio Costa (48,84%). A Sabaudia, con una sfida interna al centrodestra, il vincitore è Fabrizio Lucci (56,09) il quale ha battuto lo sfidante Giovanni Secci (43,91%)

Serena Casu