Aleppo, Mosca accetta tregua di 48 ore proposta da ONU

54
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ALEPPO, 19 AGOSTO - Il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ...

 ALEPPO, 19 AGOSTO - Il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ha dato la notizia del via libera della Russia a 48 ore settimanali di tregua, per consentire l’invio di aiuti umanitari alla città assediata.


La richiesta della tregua è stata mossa dalle Nazioni Unite, dopo la condanna all’escalation di violenza che vede testimone la città siriana, tra cui i civili, considerando gli attacchi ‘’eccessivi e sproporzionati da parte del regime siriano’’.L'Alto rappresentante Federica Mogherini ha parlato a nome dell'Ue nell’evidenziare che "le operazioni umanitarie ad Aleppo devono rispondere a uno scopo umanitario e rispettare pienamente i principi umanitari".


Staffan de Mistura, l’inviato speciale dell’ONU in Siria, aveva ritirato la sua task force in quanto a causa dei continui combattimenti, era diventato notevolmente difficoltoso provvedere alla distribuzione degli aiuti. E’ tornato poi a richiedere la tregua, accettata anche da Mosca.


Il simbolo degli orrori della guerra siriani ha ormai il volto di Omran, bambino di 5 anni, che nel video ormai diventato virale -diffuso dagli attivisti dell'opposizione siriana- si vede sedere composto all’interno di un’ambulanza, nell’attesa di aiuti, dopo essere stato estratto dalle macerie.

Maria Azzarello 

fonte immagine:www.nbcnews.com

InfoOggi.it Il diritto di sapere