• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Alfano ribadisce la sua contrarietà alla doppia cittadinanza per gli altoatesini di lingua tedesca

Trentino Alto Adige

BOLZANO, 7 MARZO- Il ministro degli Esteri Alfano ha preso posizione contra la questione della doppia cittadinanza per gli italiani di lingua tedesca e ladina residenti nell'Alto Adige. La proposta era stata fatta dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz. [MORE]

"Ho dato istruzione al nostro ambasciatore in Austria di non prendere parte alla riunione convocata il prossimo 23 marzo a Vienna sulla proposta della doppia cittadinanza per la popolazione di lingua tedesca e ladina dell'Alto Adige". Il ministro Alfano, come aveva già ribadito in occasione di un incontro a gennaio alla collega austriaca Kneissl, ha detto che: "qualunque eventuale discussione sul tema non potrà che avvenire tra Roma e Vienna e non anche, su un livello paritetico, con Bolzano, che è una provincia autonoma della Repubblica Italian".

Il ministro ha anche aggiunto che "è nota la posizione italiana circa l'insussistenza delle ragioni addotte da Vienna a difesa della proposta della doppia cittadinanza, che stride con gli elevati livelli di tutela e sviluppo delle minoranze in Alto Adige, con la realtà delle relazioni bilaterali, con la comune appartenenza di Italia e Austria all'UE e con il diritto internazionale".

Il ministero ha quindi auspicato: "una riflessione molto attenta sulle possibili implicazioni e siamo pronti ad esaminare tutte le possibili misure per opporci ad un atto che non sarebbe conforme al diritto internazionale". Alfano ha concluso ribadendo che il riconosicimento delle autonomia e la tutela delle minoranze linguistiche sono principi incardinati all'interno della nostra Costituzione.

Federica Fusco 

immagine: wanderweg