Banconote euro contraffatte, tre arresti nel Tarantino

634
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TARANTO, 13 FEBBRAIO – Sequestrate dai carabinieri di Massafra (TA), a Laterza e Ginosa nel tarant...

TARANTO, 13 FEBBRAIO – Sequestrate dai carabinieri di Massafra (TA), a Laterza e Ginosa nel tarantino,  banconote false assieme ad una stampante, timbri e carta impiegata per la realizzazione delle stesse, tre le persone tratte in arresto.

In carcere (comunica AGI), in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip del tribunale di Taranto, sono finiti Antonio Spinosa, di 42 anni , Gabriele Ranaldo, di 31 anni, entrambi pregiudicati di Laterza, ed un 40enne, con precedenti di polizia, di Ginosa, i tre, sono ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di ‘contraffazione e spendita di monete false in concorso’. L'indagine era scattata a seguito di un sequestro effettuato nel mese di dicembre 2017 dai militari della Stazione Carabinieri di Palagiano (Ta), in un panificio dove un uomo aveva provveduto al pagamento con banconote contraffatte. Il soggetto, riferì di aver operato con l’ausilio di un altro complice, trovato in possesso di altre banconote contraffatte. Le indagini hanno acclarato una lucrosa attività di creazione e spendita di monete contraffatte, avente centro a Laterza, dove Antonio Spinosa ricopriva il ruolo di falsario, mentre gli altri due arrestati, intermediari nella vendita dei blocchi di banconote all'interno di una vasta rete di acquirenti, impegnati a inserire nel circuito economico le stesse, rivendendole a terzi 

La banda criminale comminava un prezzo di vendita delle banconote contraffatte di grosso taglio al 10-15% del valore nominale, mentre per quelle di piccolo taglio il prezzo era risolutamente maggiore, aumentando al 30% del valore nominale. 

Nello svolgimento dell'indagine sono stati effettuati altri arresti tutti in flagranza di reato e sequestri di banconote contraffatte, come nella circostanza di un 64enne di Fasano (Br), sorpreso in possesso di 150 banconote contraffatte di vario taglio per un totale di 2.000 euro e un di 22enne di nazionalità romena, pescato in possesso di 994 banconote contraffatte di vario taglio per un totale di 4.075 euro. 

Nel corso dell'esecuzione del provvedimento restrittivo, avvenuta oggi nell'abitazione di Spinosa, sono state rinvenute 210 banconote contraffatte di diverso taglio, pronte per essere messe in circolazione, altre 515 banconote contraffatte di vario taglio mancanti della sola striscia olografica, oltre a carta, timbri e stampanti adoperati per produrre banconote. Invece presso l'esercizio commerciale gestito dal 40enne di Ginosa, sono state rinvenute cinque banconote contraffatte di vario taglio, anche queste pronte per essere messe in circolazione.

InfoOggi.it Il diritto di sapere