• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Brief On - i consigli di Aprile #7-16

Calabria

SOVERATO (CZ), 15 APRILE 2016 - Il bisettimanale di InfoOggi GrooveOn torna puntuale per consigliarvi delle band emergenti e le loro recenti uscite discografiche nel nostro panorama musicale. Le mini recensioni di Brief On non hanno il fine di giudicare il lavoro delle band ma hanno il solo obiettivo di stuzzicare la vostra curiosità.


[MORE]


Le Hibou – Mirrors
Dopo due album di stampo progressive rock Le Hibou pubblicano un EP di quattro tracce che dà una svolta alla loro produzione discografica. Mirrors, in un breve quarto d'ora, riesce a trasmettere questa sensazione di cambiamento attraverso la varietà dei suoi brani in cui è chiara la ricerca di nuove forme d'espressione, ma è altrettanto chiaro il forte carattere che Le Hibou si portano dietro ormai da anni. Così, su questo EP, la band catanzarese con grande classe mette da parte la sua vena prettamente sperimentale per proporci un rock un po' leggero e più radiofonico. Molto incuriositi, li aspetteremo di nuovo “sulla lunga distanza”.


Mr Kite – Mr Kite
Il disco d'esordio dei Mr Kite arriva dopo parecchi anni dalla loro formazione, ma non per forza questo deve essere un male. Infatti, si sente che i Mr Kite in questo disco mettono tutta la loro esperienza maturata nel tempo e sui palchi. Questo disco ha molto poco di un esordio: è solido, è diretto, ha una forte personalità. I pezzi seguono uno stampo di rock alternativo italiano ma i Mr Kite non si uniformano e ci regalano delle forti emozioni. Le strutture sonore sono forti e rendono i brani molto potenti ed efficaci, un compito non facile data la continua sensazione di malinconia trasmessa dai testi e dal cantato. Mr Kite è una bella prova di coraggio e di maturità!


Electroadda – Electroadda
Elettro-rock ed ampie sperimentazioni sono gli elementi essenziali dell'EP d'esordio del duo lombardo. Electroadda è composto da cinque brani in cui risalta l'espressività di entrambi i musicisti nonostante l'utilizzo di componenti elettroniche che, invece di rendere il prodotto sintetico, donano ampiezza e profondità al sound. La ricerca stilistica ha portato la band a partire dall'elettro-rock per poi esplorare generi quali classic rock, acid rock e grunge permettendo a questo debutto discografico di avere un notevole margine d'ascolto capace di attirare ascoltatori di diversa attitudine.

 

 

 

Federico Laratta
Puoi seguire InfoOggi GrooveOn anche su Facebook e su Twitter!