Capsule wardrobe: come crearlo con il cambio di stagione

575
Scarica in PDF
Il vostro sogno è quello di avere un armadio formato da pochi capi tutti abbinabili tra loro? Non p...

Il vostro sogno è quello di avere un armadio formato da pochi capi tutti abbinabili tra loro? Non potete che convertirvi alla filosofia della “capsule wardarobe”, termine coniato da Susie Faux, proprietaria di una boutique londinese chiamata "Wardrobe" negli anni '70. Secondo Faux, un armadio “a capsula” è una collezione di alcuni elementi essenziali di abbigliamento che non passano di moda, come gonn , pantaloni e cappotti, che possono poi essere aumentati con pezzi stagionali.

L’idea alla base è, appunto, quella di creare un guardaroba quasi perfetto con un numero “limitato di capi”, secondo dei criteri dettati soprattutto dalla furbizia e dalla praticità.

Tutto ha inizio all’atto dell’acquisto dal momento che per evitare di avere l’armadio intasato da un’eccessiva quantità di vestiti, che finirebbero per non essere indossati, è necessario imparare ad acquistare quelli che sono i pezzi “chiave”, ovvero quei capi must ed evergreen facili da coordinare.

Non esiste un numero preciso di capi che possono comporre il capsule wardrobe (si parla da 37 a 50 capi massimo)poiché il tutto dipende dallo stile d’abbigliamento e di vita di ciascuno. Le regole da seguire sono le seguenti:

  • Colori: scegliere uno schema di  colori adatto alla personalità che comprenda due o tre tonalità base, come il nero, il bianco, il marrone, il blu navy o il grigio, che si abbinano facilmente con tutto. Bisogna anche tenere in considerazione quali colori si sposano meglio con il colore della carnagione, dei capelli e degli occhi. Accanto ai colori base, si possono abbinare poi magliette, top e accessori di uno o due colori accesi, per illuminare le tonalità basic. Una volta scelti i colori, il guardaroba dovrebbe essere composto da capi interscambiabili e con colori (e anche tessuti) che si abbinano e completano tra loro.
  • Tessuti: per non rischiare di dover sostituire spesso i vestiti, è meglio investire in capi e tessuti di qualità. Il concetto base del capsule wardrobe è, infatti, possedere pochi abiti che vengono indossati e quindi lavati molto spesso, è opportuno che siano di ottima qualità per durare nel tempo.
  • Forma del corpo: importante ricordare che ogni fisico ha i suoi capi, e mettere in risalto le forme e coprire i difetti sono caratteristiche essenziali per un capo destinato a durare al di là delle mode del momento.
  • Fantasie: le fantasie dei capi, così come il taglio devono essere preferibilmente classici, in modo da potersi abbinare anche con gli accessori più stravaganti cambiati nel corso degli anni senza stonare mai.

I capi che non possono mancare in un capsule wardrobe che si rispetti sono, quindi, abiti di qualità, evergreen, versatili, facili da abbinare, che permettono di creare look diversi e adatti a ogni occasione. Il primo pensiero non può che correre quindi al tubino nero, dall’eleganza e semplicità intramontabili, adatto ad ogni occasione e abbinabile con tutto. Non possono poi mancare una camicia bianca, un blazer nero e tre o quattro t-shirt semplici.

I capi che non possono mancare in un capsule wardrobe che si rispetti sono, quindi, abiti di qualità, evergreen, versatili, facili da abbinare, che permettono di creare look diversi e adatti a ogni occasione. Il primo pensiero non può che correre quindi al tubino nero, dall’eleganza e semplicità intramontabili, adatto ad ogni occasione e abbinabile con tutto. Non possono poi mancare una camicia bianca, un blazer nero e tre o quattro t-shirt semplici.

Almeno due maglioni dal colore neutro e un paio di jeans comodi, non troppo particolari o elaborati, completeranno poi i look autunnali. Ancora non si potrà fare a meno di un pantalone nero, una o due gonne che possano adattarsi sia all’ufficio che a una serata fuori ed almeno due paia di scarpe, sia basse che con tacco.

Che dire, approfittate dei nostri spunti e del prossimo cambio di stagione per creare la vostra capsule wardrobe e, forse, eliminare per sempre il problema della scelta dei vestiti che, secondo alcuni ricercatori, ci farebbe perdere in tutta la vita quasi un anno di prezioso tempo…

Emanuela Salerno

Seguimi anche su Facebook: EsteticaMente

InfoOggi.it Il diritto di sapere