Caso Roberta Ragusa: chiesto rinvio a giudizio per Antonio Logli
InfoOggi "Scomparsi e Delitti" Toscana Roma

Caso Roberta Ragusa: chiesto rinvio a giudizio per Antonio Logli

martedì 2 dicembre, 2014

PISA, 2 DICEMBRE 2014 – È stato chiesto il rinvio a giudizio per Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, la donna scomparsa la notte tra il 13 e il 14 gennaio del 2012. L’uomo, accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere, riceverà la richiesta, firmata dal pm Aldo Mantovani e dal procuratore Ugo Adinolfi, entro la fine della settimana.

Caso Ragusa: entro la fine dell’anno l’udienza preliminare

L’atto potrebbe essere firmato già entro mercoledì e, entro il week end, giungere al Gip che potrà fissare l’udienza preliminare entro la fine dell’anno. Secondo quanto emerso nell’atto di chiusura delle indagini, risalente a settembre, Antonio Logli è accusato dell’omicidio della moglie Roberta Ragusa, costringendola, dapprima, a salire ‹‹con violenza in auto›› per poi ucciderla volontariamente, nascondendo il corpo in modo permanente, per impedirne il ritrovamento.

[MORE]

Intanto, per la difesa sono scaduti i termini per produrre memorie o richieste supplementari e la procura, ad oggi, non ha ricevuto alcuna richiesta in merito. Antonio Logli, dopo le indagini durate due anni e mezzo, non ha confessato l’omicidio e ha scelto di non rispondere alle accuse.

Erica Benedettelli

[immagine da ilsecoloxix.it]

Autore