• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Comuni: Crotone, sindaco Ugo Pugliese conferma dimissioni, ho portato croce

Calabria > Crotone

CROTONE, 2 DICEMBRE - "Questi mesi di campagna elettorale siano improntati sulla presentazione di programmi, di proposte, di idee. Non consentirò che si faccia campagna elettorale dando la croce al sottoscritto. Se si dovesse verificare risponderò nel merito a tutti e ne ho per tutti". Lo ha detto il sindaco dimissionario di Crotone, Ugo Pugliese, confermando la decisione di dimettersi dalla carica dopo il suo coinvolgimento nell'inchiesta sull'affidamento ad un consorzio della gestione della piscina comunale.

La decisione di Pugliese determina il commissariamento del Comune, fase che formalmente parte domani dal momento che le dimissioni decorrono dallo scorso 13 novembre. "Senza voler essere blasfemo - ha aggiunto Pugliese - ma solo per fare un riferimento cristiano, io ho portato la croce, ma vi ricordo che chi è andato sulla Croce era innocente. I traditori erano altri".

"Le motivazioni della mia scelta ha spiegato il sindaco dimissionario - partono da lontano avendo esternato più volte la sovrapposizione di ruoli e funzioni. Avevo maturato la mia decisione da tempo, ma non mi sono dimesso prima per non compromettere l'esito di alcuni percorsi fondamentali che si stavano seguendo come la bonifica dell'ex area industriale e il futuro dell'aeroporto.  C'era una crepa che ho provato a saldare mettendoci la faccia. La causa della crepa che si é determinata é il continuo e costante sconfinamento tra ruoli e funzioni degli esponenti principali della parte politica che mi ha sostenuto".  

Il sindaco dimissionario, nel corso della conferenza stampa, ha inoltre smentito di avere avuto contatti in questi giorni con la sua parte politica, cioè la coalizione di liste raccolte nella "Prossima Crotone" che nel maggio del 2016 lo portò all'elezione a primo cittadino.

"Tali contatti - ha detto Pugliese - ci sono stati solo nei desiderata di chi si nasconde dietro quelle parole. Possibile non ci sia stato, da una parte politica che si professa classe dirigente, non dico un atto di solidarietà ma una riflessione su quanto avvenuto. Registro solo che il sindaco è stato 'sostituito' come relatore in una convention elettorale di quella che avrebbe dovuto essere la sua parte politica e persino invitato con un whatsapp come l'ultimo dei peones. La priorità e l'urgenza, evidentemente, sono la campagna elettorale per le elezioni regionali".

Pugliese ha poi illustrato le cose fatte ed avviate. "Tra queste - ha precisato - la bonifica delle ex aree industriali, dieci anni di lavori e di lavoro per la città di Crotone, dopo vent'anni di inutili chiacchiere porta la firma del sindaco Pugliese. Ho tenacemente inseguito il traguardo storico della bonifica, che toglierà una cappa anche di natura psicologica sulla città".